giovedì 13 luglio 2017

Linguine al pesto di agrumi


Nella cucina condominiale (come credo anche nelle vostre) troneggia  spavaldo il mood "Anto' fa caldo!" e, soprattutto durante la settimana, si va avanti con friselle e pomodori oppure pomodori e friselle come se non esistesse altro cibo!
Nel fine settimana però, si risveglia l'animo del food blogger e allora la voglia di preparare qualcosa di veloce, fresco e sfizioso si fa prepotentemente avanti scavallando la fiacca!
Il pesto agli agrumi dello Chef Filippo La Mantia lo scoprii tantissimi anni fa (ma non ricordo né il come né il dove) e mi colpì talmente tanto che immancabilmente, durante il periodo estivo, è uno dei miei condimenti preferiti per la pasta.
Fresco, aromatico e profumato, intenso se pur leggero, di una semplicità estrema e soprattutto senza cottura, il che, sempre per il mood di cui sopra, non guasta proprio! ;-)
Ideale per condire la pasta a caldo, ma anche a freddo, oppure per un cous cous qualora, volessimo chiudere gli occhi ed immaginare di essere nella bellissima isola di Sicilia.
Io stavolta ho scelto un formato di pasta che amo particolarmente, le linguine, e devo dire che mi è parsa proprio un'accoppiata vincente!
Dai, sedetevi a tavola e gustatela con me. :-))))))))

PESTO AGLI AGRUMI (per 400 g di pasta)

100 g di mandorle pelate
25 g di capperi sotto sale
25 cl di olio extra vergine di oliva
2 arance medie
1 mazzetto di basilico (circa 15 foglie medio/grandi)

Sbucciare a vivo le arance, sciacquare velocemente le foglie di basilico e metterle nel vaso del mixer insieme alla polpa degli agrumi, alle mandorle, ai capperi dissalati e all'olio extra vergine d'oliva.
Frullare per 2 minuti circa fino ad ottenere un pesto dall'aspetto cremoso ed omogeneo.
Nel frattempo lessare la pasta scolarla al dente e saltarla velocemente con il pesto in una padella, aggiungendo un po' d'acqua di cottura lasciando mantecare bene.
Impiattare e gustare!


Anche se le foto non sono proprio belle, spero di avervi fatto venire ugualmente l'acquolina e la voglia di provare questo pesto.
Devo dire che a casa mia è stato particolarmente apprezzato e qualcuno non si è fatto nessuno scrupolo di finire l'avanzo direttamente dalla padella!! :-DDD


Curiosità.
Filippo La Mantia, classe 1960, cuoco di professione (guai a chiamarlo chef), qualcuno lo ha già soprannominato l’uomo che sussurra ai frullatori per la sua mania di frullare ogni cosa.
Nella sua cucina non usa né aglio né cipolla.
Nato e cresciuto a Palermo, dove il buon cibo «è denominatore comune di tradizione, amore e convivialità». Come tutti i siciliani, è di poche parole e allergico ai pettegolezzi.
Un passato da fotoreporter di cronaca nera, fu uno dei primi ad arrivare sul luogo dell’omicidio del generale Dalla Chiesa. Qualche tempo dopo finì in carcere, accusato di essere complice dell’assassinio del commissario di polizia Ninni Cassarà perché gli spari partirono da un appartamento nel quale aveva vissuto ma che aveva lasciato otto mesi prima. A scagionarlo fu Giovanni Falcone. Nei pochi mesi all’Ucciardone ha cucinato per i detenuti «qualsiasi ricetta potesse far dimenticare loro di essere in una cella e farli sentire a casa».
Lui racconta così: “La cucina era totale evasione. Il profumo di un pomodoro cotto ti faceva volare oltre quelle sbarre. La cottura lentissima della salsa rossa profumata di basilico aveva un che di rituale”. Quei profumi e quei sapori semplici lo aiutarono a sopravvivere a quell'inferno e la cosa gli piacque talmente tanto, da decidere di aprire un ristorante una volta tornato in libertà.
Fonte: dal web.
*.:。✿*゚゚・✿.。.:*.:。✿*゚゚・✿.。.:***.:。✿*゚゚・✿.。.:*

Cari lettori, la cucina condominiale vi saluta lasciandovi l'augurio di una buona estate! 
Ci si legge a settembre, sperando di ritrovarvi tutti.
Una pioggia di sorrisi!

Silvia, Tamara, Maria Teresa


12 commenti:

  1. Ooohhhh socia ci voleva proprio un fresco e nuovo condimento per la pasta!
    Poretto, La Mantia, non sapevo avesse un passato così turbolento.

    Ci vediamo a settembre qui (noi spero prima!)!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beddhaaa!
      Eh sì, questo condimento oltre ad essere di una facilità senza eguali, è anche pazzescamente buono! :-)))

      Spero anche io di vederti prima!
      Intanto ti abbraccio da qui. :-****

      Elimina
  2. Che buona dev'essere? Adori questi condimenti né ho fatta una simile con il limone e le olive nere ma la tua carissima Emmettì con l'arancia dev'essere più delicata. La devi provare poi ti dirò intanto un abbraccio a tutte e buona estate 🎇

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Dani! :-))))
      Hai ragione, questi condimenti son davvero speciali, perché si fanno in un attimo e sono tremendamente buoni!

      Un caro abbraccio anche da noi!
      Buona estate e buon tutto a te e ai tuoi cari! A presto! ♥

      Elimina
  3. Avevo letto del pesto di agrumi tempo fa e poi non ho mai trovato l'occasione di provarlo. Ci volevi tu a farmelo tornare in mente!
    Non ho un buon rapporto con le linguine (troppo "sguisciolose" per i miei gusti), ma se le sostituisco con gli spaghetti non ti offendi, vero?
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giulia bella!!!!!!!!
      Intanto lasciami dire quanto son felice di leggerti!!! :-))))))
      Come stai? Spero tutto bene!

      Quanto alle linguine sguisciolose (ahahahahhhahahahah, pensa che io invece le amo proprio per questo) certo che puoi sostituirle con degli spaghetti!!! E ti dirò che anche la pasta corta, tipo farfalle, si presta bene a raccogliere questo condimento così saporito!!! ;-)

      Carissima, grazie per esser passata di qua! Mi hai regalato un grande sorriso!
      Un caro abbraccio anche a te! :-********

      Elimina
  4. Buonissimo! Appena tornano le arance lo voglio provare. Non conoscevo la storia del cuoco, mentre il suo nome mi è noto. Grazie anche per averla raccontata. Bene, allora auguro a te e alle tue socie una buona estate. Vi abbraccio 💜

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Terry bella! :-))))
      Guarda, non oso immaginare come questo pesto possa migliorare con il profumo delle arance di stagione!!
      Io sto già facendo scorte di basilico per averlo a disposizione anche in inverno e poter preparare ancora questo condimento così speciale! :-)))
      Dolcezza, grazie per i tuoi auguri che ricambiamo con tutto il nostro affetto! E pure noi ti abbracciamo stretta stretta!
      Baci! :-* :-* :-*

      Elimina
  5. Sì, me l'hai fatta venire l'acquolina e la voglia di provare questo pesto.
    Però il mood #mestoasquaja' non si accorda con l'accensione del fornello per cuocere la pasta, per cui... quando lo rifai?? :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Franciiiii!! :-DDDDDDDD
      Ahahahahahahhaa, bello anche il tuo di mood!
      In effetti, questi giorni, accendere il fornello anche solo per cuocere un filo di pasta è veramente dura eh??
      Noi qua siam tornati a pranzare con friselle e pomodori e cenare con pomodori e friselle!!! :-DDDD
      E pensare che domani, invece, mi tocca accendere il forno... :-OOOO

      Un abbraccio ed un bacio bello! :-*

      Elimina
  6. Che delizia questo pesto!! Non me lo lascio scappare, oltretutto sono preziosi tutti i condimenti che non vanno cotti, già va cotta la pasta e fa caldo!! Comunque qui direi che il clima è migliorato, domani infatti inforno il pane!!
    Buona estate bellezze!! Godetevela tutta!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Silvia bella!!!!!!! :-))))))))
      Ah sì? Da te si sta meglio?
      Corro a preparare la valigia e vengo a trovarti!!!! :-DDDDDDDD
      Sapessi quanto mi manca infornare il pane... ma già so che recupererò non appena anche qui la canicola molli la morsa. ;-)

      Buona estate anche a te, dolcezza nostra!
      Un abbraccio triplo carpiato con avvitamento (visto che siamo nel bel mezzo dei mondiali!!).

      Elimina

Sono graditi tutti i commenti, anche quelli da Anonimo, purché firmati, come regola base di buona educazione.