giovedì 2 aprile 2015

Uova tenerine... la mia torta preferita è finita nel guscio!



 La torta Tenerina è una delle mie preferite, sicuramente è quella a cui sono più affezionata, le voglio proprio bene, come ad un parente. Fino a qualche anno fa non avevo mai fatto un dolce in vita mia, avevo proprio un rifiuto dolciario, non volevo proprio farne, era una questione di principio, una può avere delle questioni di principio culinarie o no? (Leggi: ero negata.  Poi leggi anche DIVAGAmente).
Poi, per sbaglio, ne ho fatto uno, e poi un altro e un altro ancora... una può tradire un principio culinario o no? Io sì.
E la tenerina è una delle prime torte che ho fatto. Avevo trovato la ricetta dalle Sorelle in Pentola. Buona buonissima e cioccolatosissima! Così buona che è sorprendente sia anche tanto facile da fare, e difatti non ho mai pensato di pubblicarla.
Chissà perché ho pensato di pubblicare colombe al mandarino, panettoni e pandori, torte Sacher piccanti, torte Operà e torte strane con le banane, ma la Tenerina mai!
Troppo facile, ce ne sono tante ricette sul web, che la pubblico a fare?
Poi vedo, per caso, questo post, e poi subito dopo quest'altro, pubblicati dal sito Cupcake Project, e mi illumino d'immenso! Anzi, mi intenerisco di tenerina! Ecco dove andrà a finire la mia torta parente! Nelle uova!!!

 


Facciamo le uova diversamente pasquali ???

Troppo simpatiche da servire col guscio, ma è preferibile farlo solo se ci sono bambini (che apprezzano le robe simpatiche)  o amici con un alto tasso di goliardia, ché sgusciarle è come con le uova vere eh? Pezzettino dopo pezzettino.
Oppure possiamo prenderci noi mezza giornata di ferie per sgusciarle e servirle così, tenerine tenerine, oppure esagerare e coprirle con cioccolato fondente (per un effetto extra strong), cioccolato al latte (per le persone normali) o con cioccolato bianco (per i bambini, che forse non amerebbero il gusto amaro della torta e il ciocco bianco bilancerebbe i sapori).

 


 RICETTA


PREPARIAMO I GUSCI

- Con un cavatappi o un piccolo cacciavite a stella bucare con delicatezza l'uovo, e ottenere un foro di circa un centimetro, sufficiente a far passare la punta della sacca da pasticciere.
- Svuotare le uova, aiutandosi eventualmente con uno spiedino. Le prime 3 metterle da parte per la Tenerina. *
- Lavare bene l'interno dei gusci sotto l'acqua corrente ed immergerli in acqua salata (mi raccomando, riempiteli d'acqua per farli affondare!). Lasciarli depurare per circa mezz'ora.
- Risciacquare le uova per eliminare il sale.
- Se si desidera colorarle, preparare delle tazze con acqua e qualche goccia di colorante alimentare, immergere le uova nel colore desiderato e lasciarle in ammollo finché non raggiungono la nuance desiderata. Ci vorrà qualche minuto.
- Far sgocciolare e asciugare i gusci, col buco in giù, (che siano colorati o meno, i gusci dico, non i buchi) su un tovagliolo di carta.
- Spennellare la parte interna con un po' d'olio di semi, per evitare che l'impasto si appiccichi troppo al guscio. (Mah!)
- Eliminare l'eccesso d'olio ponendo di nuovo le uova capovolte su una gratella.
- Preparare la torta e versare l'impasto in un tasca da pasticciere.
- Posizionare i gusci col buco in alto in una teglia da muffin, bloccandone il dondolamento con della carta stagnola.
- Riempire i gusci un po' oltre i 3/4 ed infornare a 170 gradi per circa 20/25 minuti.
- Sfornare ed eliminare l'impasto straripato (io mi sono sacrificata, e gli straripamenti me li sono mangiati lì per lì).
- Far raffreddare e servire.

Oppure armarsi di santissima pazienza e sgusciare tutte le uova.
Giacché ci si è armati di pazienza, tanto vale esagerare e coprire le uova con cioccolato. Come?

- Sciogliere il cioccolato nel microonde o a bagnomaria, farlo raffreddare fino a 31/32 gradi se cioccolato fondente, a 30/31 se cioccolato al latte, a 27/28 gradi se cioccolato bianco.
Se non si possiede un termometro da cucina, aspettare che si freddi, e ogni tanto provare ad intingere un cucchiaio freddo, se dopo un paio di minuti il cioccolato si è indurito ed è lucido, allora è pronto!
- Infilzare un uovo (sgusciato, ovviamente!) con uno stecco da spiedo, e immergerlo nel cioccolato.
- Farlo asciugare infilzando l'altro capo dello stecco in.. in.. beh, io ho usato un finocchione! Ha retto benissimo!
- Quando il cioccolato si è indurito, sfilzare le uova e servire! (Io prima di servire però ho fatto la prova assaggio eh!)

Con 5 uova ho fatto un pan di spagna e l'ho congelato (poi usato per una torta Mimosa fore te capu!) e con le restanti 4 una frittata con la menta.

note:
1- Per colorare le uova, usare uova bianche (io ho trovato le livornesi), perché quelle normali non ne vogliono sapere.
2- Si possono usare altri impasti, come i cupcakes o brownie, o altro. Sconsiglio impasti che lievitano troppo, sia perché l'impasto uscirebbe tutto fuori, sia perché poi l'estrema sofficità di impasti molto morbidi renderebbero particolarmente difficile lo sgusciamento.




PREPARIAMO LA TORTA

TORTA TENERINA

(per uno stampo da 22/24 cm o per 12 uova XL)

Ingredienti:
300 g cioccolato fondente
150 g burro
100 g di zucchero
  40 g di farina (4 cucchiai rasi)
    3 uova
    1 pizzico di sale
(se occorre, 2 o 3 cucchiai di latte)


Procedimento (in blu le variazioni per le uova)

- Sciogliere il cioccolato fondente a bagnomaria, quando è sciolto per metà unirvi il burro a pezzetti e continuare mescolando fino ad ottenere una crema liscia e cremosa.

- Mentre il cioccolato si raffredda con la frusta elettrica montare i tuorli con metà dello zucchero.
 (Mentre il cioccolato si raffredda sbattere le uova, tuorli e albumi insieme, e lo zucchero a velocità minima).

-  Amalgamare i tuorli montati e  cioccolato sciolto col  burro mescolando con le fruste a bassa velocità.
   Amalgamare le uova montate e il cioccolato sciolto col  burro mescolando con le fruste a bassa velocità.

- Setacciare la farina direttamente nel composto di uova e cioccolato e mescolare. Aggiungere, qualora l'impasto risultasse troppo denso, un po' di latte.

-  Infine inserite gli albumi montati a neve delicatamente facendo prendere aria al composto, mescolando con una spatola dal basso verso l'alto.
    (Saltare questo passo).

- Versare il composto in una tortiera imburrata e infarinata (o rivestita di carta forno) e infornare a 170 gradi per circa 25/30 minuti. Il risultato dovrà essere croccante all'esterno e umido all'interno.
  Versare il composto in una tasca da pasticciere e riempire per poco più di 3/4 le uova e infornare a 170 gradi per circa 20 minuti.








 DIVAGAmente


 Tutti, chi più chi meno, hanno dei tabù, dei complessi, delle idiosincrasie. Io, per tantissimi anni, ho avuto un'avversione invalidante verso i dolci, cioè, verso la fattura dei dolci, cioè non la loro fatturazione ma verso la loro... insomma, fino a circa 7 anni fa non avevo mai fatto un dolce in vita mia,  né giammai avevo intenzione di farne. Tanto che avevo chiesto a chi mi vuole bene "mi raccomando, se mai un giorno dovessi cucinare un dolce, anche mignon, una briciola, un odore di dolce,  significa che sono proprio arrivata alla frutta (eccerto!), che sono fuori, che non ci sto più con la testa, che sono esaurita, che sono impazzita... insomma, è sicuramente sintomo di qualcosa di grave che mi accade, ricoveratemi!".

Poi qualche anno fa, dopo tantissimi anni in cui avevo lottato col tempo, fra lavoro, casa, famiglia, sport, passioni varie, rimango improvvisamente senza lavoro. E ci rimango, senza lavoro, più o meno 3 anni. All'improvviso mi ritrovo con un sacco di tempo a disposizione (per dire, in realtà il tempo ha l'incredibile capacità di spandersi e riempire tutti gli spazi temporali, anche quelli vuoti, sicché in effetti non ne rimane mai, in ogni caso, lavoro o non. Questa segnatevela, mi raccomando).

Comunque, quando una non lavora, sembra che si rigiri i pollici tra le mani o che si gratti la panza tutto il giorno, e qualcuno si sente in diritto di dare dei consigli su come occupare questo tempo (allora non avevo ancora formulato la massima teoria tempospaziale di cui sopra, e quindi quel qualcuno non s'era segnato niente). Quindi, Qualcuno, una bambina bionda dagli occhi verdi, bella come il sole e furba come volpe, mi dice: 
- mamma, ora che hai tempo, che dici se mi fai un dolce? una roba semplice semplice, chessò, per esempio il rotolo alla nutella che faceva sempre la vicina di casa che ci faceva schiattare con i profumi dei dolci che faceva ogni giorno, lei, e che salivano su per le scale quando abitavamo nell'altra casa, e io pensavo: peccato che la mia mamma non abbia il tempo di farli pure lei...però lo so mamma che è un tuo tabù, un complesso, una diosiacchesia, quindi non insisto...un rotolino alla nutella... facile facile... però se non te la senti non insisto mamma, anche se non sai fare i dolci e io per anni ho sofferto le pene dell'inferno a sentire il profumo dei dolci venire dal piano di sotto... e poi qui nella nuova casa in effetti non c'è il piano di sotto e non arrivano più neppure i profumi, e io soffro le pene dell'inferno a immaginarli, però fa niente.

eh, lo so lo so, non ditemi niente, lo so!
E così, dopo giorni e giorni di lotta intestina fra me e me stessa e me medesima e la sottoscritta (sono un condominio pure io, cioè noi), telefono alla ex vicina di casa, e mi faccio dare la ricetta. Quando la volpe è tornata da scuola, ha aperto la porta,  ha sentito  il profumo e si è messa a saltare per la gioia, idem mio figlio qualche minuto dopo (non proprio idem, lui  non saltava, e non urlava, e non piangeva, ha detto "ah", sollevando entrambe le sopracciglia,  era felicissimo).
E' stato l'inizio.
Ora sono fatturadeidolcidipendente. Se non faccio almeno una roba dolce al giorno vado in crisi d'astinenza, a fine giornata, se non ho fatto niente che contenga almeno 100 gr. di zucchero,  mi viene l'orticaria, la nausea e l'ansia. Per non dire se mi accorgo, alle 11 di sera,  che ho finito le uova o lo zucchero o la farina! Oddiocomefacciotuttinegozichiusi! Mi vengono crisi tonico-cloniche, penso che oddiocomefacciosenzauovazuccherofarina (che alle 11 di sera cosa ci vuoi fare, che sei già quasi nella prima fase rem, al più te lo sogni, di fare un dolce), una notte ho telefonato a mia madre, che mi ha risposto spaventatissima, che succede che succede? niente mà, volevo solo sapere se hai delle uova... (silenzio) anche solo un paio...(...) ce l'hai per caso??? ....................... sì ce l'ho, dormono pure loro però... ... ah sì, scusa mà,  era per sapere, buonanotte eh?

a proposito di uova...








altre foto: http://visionigustative.blogspot.it/2015/04/tenerina-in-guscio-uova-ripiene-di-torta.html

Tamara



BUONA PASQUA!

Maria Teresa, Silvia, Tamara

44 commenti:

  1. Ma quanto sono belle queste uova, e quanto sei bella tu?!? I tuoi racconti di vita quotidiana mi fanno morire dal ridere! Ma come fai?
    Bellissime le foto!
    Vabbè s'è capito che mi piace tutto?

    Buona giornata, cuore. :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e lo so che ti piace tutto :)
      dolcezza mia :-*

      Elimina
  2. "in realtà il tempo ha l'incredibile capacità di spandersi e riempire tutti gli spazi temporali, anche quelli vuoti, sicché in effetti non ne rimane mai, in ogni caso, lavoro o non."
    eccerto che me la segno!!
    sei fanstastica nei tuoi racconti Ziatam!
    Bellissime queste uova che idee geniali!
    un abbraccio fortissimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. brava!!!! :))))

      ti abbraccio fortissimo tesoro!

      Elimina
  3. Geniale, favolosa....
    Bravissima tu ad avercela proposta!
    Buona Pasqua dolce Tamara!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sabrina!!
      dolce Pasqua a te!

      Elimina
  4. Tamara, sei troppo....tenerina!!!
    Ma quanto amore metti nel fare le tue prelibatezze, quanta dolcezza nel descrivercele
    E quante belle foto!!!! :)))))

    E poi...che bella la storia di tua figlia. Dobbiamo esserle grati perché altrimenti non ci avresti mai deliziato anche con i dolci, oltre che con tutto il resto!

    ...che poi, dolci, quelli che hai elencato sono vere opere d'arte, alta pasticceria!

    BaScioni, beddha mia. Ti auguro molte ova, tenerine e cioccolatose :))))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vabbè, è saltata la "u" alle uova....fa niente, vero? :)))))))

      Elimina
    2. ahahahahahaahahahahah! ma saltiamo pure le u le a le t e le i :)))
      tanti baSioni a te caro!

      Elimina
  5. Tu che non sfornavi dolci????? Guarda, ci credo solo perché mi fido della tua parola, ma visti i risultati di questa e altre tue meraviglie mi chiedo 'ma è possibile?' :D
    Sei stata ancora una volta impeccabile. Brava Tam, sei una donna e una mamma meravigliosa ^_^
    Auguroni di cuore.

    RispondiElimina
  6. ....per dire, in realtà il tempo ha l'incredibile capacità di spandersi e riempire tutti gli spazi temporali, anche quelli vuoti, sicché in effetti non ne rimane mai, in ogni caso, lavoro o non....
    Mioddio quanto è vera sta frase!!!!! Lo sai che io ho aperto il blog perchè avevo un sacco di tempo a disposizione?..... Ma a questo punto w il tempo a disposizione perchè ci ha portate ad avere buoni risultati.... o eccezionali nel caso di queste ovette.... Ma quanto sono belle?
    Ti auguro una Pasqua serena in compagnia di un figlio e di una volpe dagli occhi chiari! Un bascione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a te mia carissima Patty, e pure a tutto il castello!

      Elimina
  7. Geniale! Avevo visto anch'io quest'idea ma ho desistito per la paura di combinare troppi pasticci, però le tue uova tenerine mi fan tornare la voglia provarci...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. solo un po' di pazienza :)))
      sìsì provaci dai!

      Elimina
  8. Oh mamma!!!!
    In tempo in tempo arrivo eh?????
    E mi perdo nuovamente nel tuo racconto..., potrei ripeterlo a memoria sai???
    Troppo bello, troppo coinvolgente... ^_^

    Poi esco dallo stato di trance, e mi perdo nella bellezza di queste ovette che tu hai immortalato con degli scatti bellissimi (che novità!!!!).
    Avevo promesso di fare una sorpresa alle mie nipoti, ma mi sa che devo sbrigarmi e ricorrere alle uova del super che le galline di mammà appena mi vedono scappano via... 'ste scostumate :-DDDDDD

    Tam Dolcezza, sempre grazie per tutta la bellezza che ci regali! <3
    Un bacio con lo schiocco! :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. aahahahahahahah le galline che scappano via quando arrivivi me le immagino benissimo!!!
      ahahahaahahahahah!
      un bacione esagerato tesoro!

      Elimina
  9. La Tenerina la conosco e mi piace un casino, la faccio spesso anche io ma .... non dentro le uova!!! Come cavolo ti vengono certe idee? Tu la notte dormi? No, mi viene un serio dubbio .... Leggo "fare un buco di un centimetro" ok. Leggo "spennellare di olio l'interno delle uova" COME CAVOLO SI FA A SPENNELLARE DENTRO UN COSO DI UN CM? Mi sono goduta il tuo post, tutto tutto, fino al divagamente che mi ha permesso di conoscere qualche altra cosa di te ♥ Del fatto dei dolci lo sapevo, ricordo che ne avevi parlato in un post del compleanno della tua principessa, però devo dire che hai recuperato il tempo perso e sei diventata bravissima! Tesoro tanti auguri anche a te, buona Pasqua che sia di rinascita, in tutti i sensi.
    E anche alla mia Emmeti e alla mia Silvietta, tanti baci ragazze, forza che ce la facciamo!! ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. AHAHAHAHAA Terry!! le tue domande sono legittime! intanto, la notte dormo poco, in effetti, devo provvedere a prendere qualcosa così invece di pensare a ovetti e mari in gelatina, finalmente potrò riposare! e i gusci li ho spennellati con un pennello :))
      Tantissimi auguri dolcezza!

      Elimina
    2. Terry felice Pasqua a te, anche da noi!
      Baci

      Elimina
  10. Tam, devo chiederti una cosa... ma sei rimasta ancora senza lavoro? No, perché tra le uova ripiene di tenerina, e l'acquario in aspic dell'altro post, o hai un sacco di tempo che non sai come impiegare, o hai la magica capacità di farlo dilatare anche quando è poco. Se fosse il secondo caso, poi me lo spieghi come fai?
    La torta tenerina è uno di quei dolci che ho in elenco da tempi immemore, ogni tanto vi vado a riprendere la stampata di quella di Santin e me la metto in evidenza, ma poi si disevidenzia da sola, e io sto qui che devo ancora farla almeno una volta. Ma la tua trovata di metterla nelle uova è stata davvero geniale! Complimenti per la creatività e la pazienza ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco... rimasta inebetita dalle uova ripiene di tenerina, ho dimenticato che ero passata soprattutto per fare gli auguri di pasqua a tutto il condominio.
      EmmeTì, Silvia e Tamara, passate delle giornate liete e serene, e non fate troppe scorpacciate di ghiottonerie pasquali, o sennò poi lievitate ;-)
      Baci baci!

      Elimina
    2. Minnie, lavoro però metà giornata e dormo pochissimo, però non ho mai tempo lo stesso!!!
      La torta tenerina la devi da fa'!
      Anche tu passa giornate dolci :)))
      bacioni tanti!

      Elimina
    3. Minnie grazie, ricambiamo con affetto!

      Baci baci

      Elimina
  11. ...che bella questa idea della torta nelle uova! perfetta per Pasqua. L'avevo vista l'anno scorso altrove, mi è piaciuta molto...ma non ho avuto voglia di fare il lavoro di preparazione dei gusci!!!! :-)
    ho sorriso nel leggere una cosa...e so per certo che, come te, mi sarei mangiata tutti gli straripamenti!!!
    riguardo la teoria del tempo, penso che tu abbia assolutamente ragione. Anche quando sono a casa in ferie e mi dico "oggi non faccio niente, così ho tempo per tutto..."...ho la capacità di fare tutto così non resta tempo per niente!!!!! e mi agito e arrabbio, puntualmente. ;-)
    aggiungo una cosa al "senzauovazuccherofarina"...il burro!!!!!!!!!! lo so, si fanno tanti dolci senza. Ma nel mio frigo ce ne sono sempre svariati panetti! e certo sempre di avere scorta di uova-zucchero-farina. eppure mi capita di elemosinare spesso due uova dai vicini.

    e ora...Buona Pasqua a te, Silvietta, Emme!!!! ♥♥♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sììììì mi ero dimenticata il burro! anche quello, guai se manca!!!

      buona Pasqua dolce Ele!

      Elimina
    2. Buona Pasqua, dolce Ele, anche da noi!

      Elimina
  12. ... E tutto grazie al preparato Cameo!!! :D :D :D
    Senti, la prossima volta la tenerina potresti farla dentro a un uovo di Pasqua?
    Cosi' è già glassato! :D :D :D
    Un abbraccio e buona Pasqua! ;o)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottima idea Franci! ;) Lo dico a Tam!
      Buona Pasqua a te e a Nico!

      Elimina
  13. Risposte
    1. E' sempre un piacere vederti qui Gunther!

      Elimina
  14. Grazie a nome di Tamara, Günter!
    Ti auguriamo una buona Pasqua.

    RispondiElimina
  15. Tesoro!!! mille auguri , anche se in ritardo ma...sono stata fuori e il pc è rimasto chiuso!!! questa preparazione è incredibile...come tutte le tue cose....bravissima!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mimma!!! non è mai tardi per gli auguri, e neppure per sorridere quando ti vedo!! :))))

      Elimina
  16. Tam, tesoro! ma sei fantastica! Mi sono letta tutta la storia e devo dire che hai saputo trarre il meglio dal fato di essere rimasta senza lavoro tempo fa! Se tua figlia avesse saputo che saresti diventata così brava, avrebbe fatto in modo di tenerti a casa anche prima! senza morire dietro i profumi dei rotoli della vicina! :) Anche io sono rimasta senza lavoro (per delle ragioni un po' diverse credo e molto spiacevoli putrtroppo) e non ho avuto la capacità di reagire e reinventarmi in qualcosa di così bello, buono e utile alla felicià non solo personale ma anche famigliare! Mi devi dare lezioni di felicità Tam!
    Queste uova tenerine sono una meraviglia unica! mi spiace averle viste solo adesso se no le avrei portate volentieri dai miei suoceri per Pasqua! Ma direi che posso trovare un'altra scusa!!! Se metto insieme la gola mia e quella di mia suocera... ogni giorno sarebbe quello giusto!!
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Elena ma quanto sei dolce!!
      Tesoro ognuno reagisce come può alle sventure, anche io zoppico quando devo affrontare una difficoltà, poi piano piano cerco quella cosa che mi faccia sorridere e che dia un senso, anche piccolo, un soffio, un profumo, per andare avanti!
      ahahahahahahhahahah Elena, se parliamo di gola qua si mette male, o bene, dipende dai punti di vista, comunque è certo che batterei te e tua suocera messe insieme!!
      Ti abbraccio e grazie Elena, il tuo commento mi ha regalato un pezzetto di felicità!

      Elimina
  17. io adoro i tuoi post Tamara
    in questo mio momento di vita arruffato ed incerto venire da te mi rimette un po' in riga.
    mi fa dimenticare la realtà e per un attimo sono stata la volpe dagli occhi verdi che "annusa" il rotolo alla nutella. certo, pensare che tu non facevi i dolci..... sarebbe stato proprio uno spreco tesoro mio!
    ti abbraccio e mi prendo un po' della tua energia positiva, del tuo sole. spero non ti dispiaccia, ne ho tanto bisogno.
    Sandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dolcissima la mia Sandra... sai che manchi? :-*
      chissà com'è, che anche io quando vengo da te, più spesso di quanto tu sappia, respiro respiro respiro... e sorrido..
      Ti abbraccio Sandra mia

      (ps. ho volutamente eluso il discorso "vita arruffata ed incerta", perché mi sarebbe venuto un post lunghissimo :))

      Elimina
  18. troppo divertente questa idea e anche golosissima! copio e archivio per il prossimo anno!
    Baci e buona domenica
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, divertente e allegra, oltre che cioccolatossissima che non guasta mai :)
      Grazie Alice!

      Elimina
  19. Bellissima idea e se proprio si deve peccare allora mica male anche ricoperti di cioccolata.. Allora, che dire, se veramente non cucinavi dolci, grazie al cielo il destino è intervenuto ❤

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ohhhhhhhhh Gaia ci siamo capite!!!! (mi riferisco ai peccati cioccolatosi:))))

      Grazie Gaia!!!

      Elimina

Sono graditi tutti i commenti, anche quelli da Anonimo, purché firmati, come regola base di buona educazione.