lunedì 13 novembre 2017

Di pane in pane: bauletti al latte


Era da tempo che non impastavo del pane, complice il fatto di aver mandato quasi in letargo la mia pasta madre...
Ma lo scorso we è stata un'esigenza fisica/psichica mettere le mani in pasta. Pensa che ti ripensa a cosa impastare, mi viene in mente che nel freezer ho un residuo di latte in polvere da smaltire; zzzzacchete, ecco l'idea! Farò dei bauletti al latte!
Ero così curiosa di vedere in breve tempo cosa ne sarebbe uscito fuori che ho evitato prefermento, biga, lunga lievitazione, sonnoin frigo, e addirittura snobbato la pasta madre a favore del lievito di birra. Al tempo stesso, però, volevo ottenere un prodotto leggero, profumato, cotonoso e devo dire che sapore, morbidezza e sofficità sono davvero notevoli; caratteristiche, queste ultime due, che si percepiscono già mentre si impasta, al punto di non riuscire quasi a smettere! Sarà che poi gli impasti a mano regalano sempre bellissime sensazioni! Anche a voi succede così?  :-))))

Da replicare ogni volta che si vuole portare a tavola una coccola in più.
Ideali da farcire con salumi e formaggi per un buffet, da spalmare con miele o marmellata a colazione, ma anche mangiati così, senza niente per assaporare tutta la bontà del pane!
Tra l'altro, la presenza del latte in polvere, esalta il sapore in maniera straordinaria.
Ispirandomi  Qui Quo e Qua ecco i miei bauletti al latte.
Li rifacciamo insieme?? :-)))))))


Ingredienti:
500 g di farina di forza tipo 0 (W300)
320 g di latte intero
    5 g di lievito di birra fresco
  50 g di latte in polvere
  40 g di zucchero
  60 g di burro morbido
  1 cucchiaino raso di sale

Preparazione:

(clicca per ingrandire)
Setacciare la farina e latte in polvere in una ciotola; fare una fossetta e versarvi il lievito sbriciolato, il latte fresco, lo zucchero, il burro  morbido e per ultimo il sale.
Mescolare con le mani fino ad ottenere un impasto appiccicoso; spolverare un piano di lavoro con una manciata di farina e rovesciarvi l'impasto, continuando ad impastare a mano fino a che non si presenti liscio e morbido al tatto.
Avvolgere a palla e mettere in una ciotola, coprendo con un panno umido e lasciare che raddoppi. Riprendere l'impasto e, senza sgonfiarlo troppo, ricavare porzioni da 50-60 grammi e formare delle palline e lasciarle riposare per una decina di minuti. Trascorso questo tempo, stenderle delicatamente fino ad ottenere una sorta di ovale e avvolgere fino a formare un bauletto.
Disporre i panini, mano a mano che si formano, in una teglia ricoperta con carta forno; coprire con un telo di nylon (tipo una busta da freezer aperta sui lati) e lasciar lievitare fino al raddoppio.
Accendere il forno a 180° (modalità statica) e, mentre arriva a temperatura, pennellare i bauletti con un velo d'uovo sbattuto. Infornare e lasciar cuocere fino a che siano belli dorati; appena usciti dal forno pennellare con del latte per farli belli lucidi.
Lasciar intiepidire su una gratella e affondare il morso in questa soffice bontà!
I panini si mantengono benissimo fino a tre giorni se conservati ben chiusi un un sacchetto al riparo dall'aria.  È possibile conservarli in freezer appena raffreddati e lasciati scongelare a temperatura ambiente all'occorrenza. Saranno soffici e fragranti come appena fatti!!! ;-)



Qualche settimana fa si è celebrato il World Bread Day. Avrei voluto portare questo piccolo contributo, ma non ho fatto in tempo con la preparazione del post. Se pur fuori tempo massimo, torno sull'argomento con questi bellissimi versi di Gianni Rodari, lasciandovi contemporaneamente l'augurio di una buona settimana! :-)))))))))
Emmettì.

 IL PANE

S’io facessi il fornaio
vorrei cuocere un pane così grande
da sfamare tutta la gente che non ha da mangiare.
Un pane più grande del sole,
dorato, profumato come le viole.
Un pane così verrebbero a mangiarlo
i poveri, i bambini, i vecchietti e gli uccellini.
Sarà una data da studiare a memoria: un giorno senza fame!
Il più bel giorno di tutta la storia.
(Gianni Rodari)


Dimenticavo...
Questi bauletti li porto anche alla nostra Sandra che, nel suo blog, ospita le ricette orfane di Panissimo in questa altra bellissima raccolta di ricette itineranti.





26 commenti:

  1. Ecco, se ora ne avessi.un paio darei volentieri una seconda colazione. Socia questi panini sono bellissimi. Lo sai no che anche io ho del latte in polvere da smaltire. ;))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beddhaaaaa!! :-)))
      Facciamo così: ne tiro fuori dal freezer due in più e domattina si fa colazione insieme, che dici?? ❤
      Dai fondo al tuo latte in polvere con questo impasto, sono certa te ne innamorerai! ;-)
      Un bacio bello, socia! :-****

      Elimina
  2. una visione!!! adoro i tuoi lievitati e questo mi affascina particolarmente!! salvo la ricetta e un abbraccio!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dolce Mimma, mi fai arrossire!!!! :-))))
      E poi tu con i lievitati sei bravissima! Giusto oggi ho visto i tuoi pangoccioli che mi han fatto venire l'acquolina...

      Questi panini son pericolosamente buoni; si lasciano mangiare quasi senza accorgersene! ;-)
      Ricambio il tuo abbraccio che stamattina mi ha regalato un raggio di sole!!!
      A presto!:-*

      Elimina
  3. E ti pare che non li provo? Appena mi fermo un attimo e anche io li farò con lievito di birra perchè, non ci crederai, anche la mia pamina giace in frigo abbandonata e mi sa che quest'anno non farò nemmeno i miei amati panettoni & co. Sono molto presa tra eventi per il blog e nipotini ... mi sono messa varie volte a tentare di rianimarla ma facendo più danno che altro, perchè non riesco a starle dietro. La slego, la rinfresco in piccole porzioni e poi la devo rimettere in frigo, perchè troppo stanca per rinfrescarla di nuovo. Infatti sto pensando di congelarla e rimandare il tutto a quando avrò più tempo. Vedremo cosa riesco a fare. Comunque tu bravissima, questo pane si vede quanto è soffice e peccato non averne uno qui adesso. Farei una seconda colazione. Un abbraccio a tutte e tre. ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eccoti anche qui!!! Ahahahahahahahahaha, ma che bello quando ci si ritrova nelle proprie cucine ad aver impastato quasi le stesse cose!!!! :-)))
      Ecco, anche tu con la pasta madre quasi in stato di abbandono?? Certo, pensare a te e al fatto che sarai lontana da panettoni e lievitati natalizi, mi fa strano! Però hai ragione, rimanda a quando avrai più tempo e godi dei momenti belli che stai vivendo!
      Anche per te un paio di panini per la colazione di domattina! :-))))
      Ricambiamo il tuo abbraccio tutte e tre insieme! :-***

      Elimina
  4. Ottimi i tuoi bauletti carissima Emmettì hanno una morbidezza invidiabile:apprezzo molto anche la poesia di Rodari letta tempo fa sul libro di lettura della mia piccola. Una buonissima settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Dani!
      Sì, la morbidezza di questi bauletti è davvero notevole!
      Grazie per aver apprezzato i versi di Rodari: quando li ho letti sono rimasta così affascinata dalla loro bellezza che non potevo non lasciarne traccia su queste pagine!
      Grazie di cuore per le tue parole sempre così belle!
      Un abbraccio grande grande! :-*

      Elimina
  5. Ciaoooooo, che bello venire qua e trovare sempre delle ricette deliziose e proprio in linea con i miei gusti. Adoro i pane e tutte le volte che vedo una pagnotta mi viene il sorriso. Ho provato anche io qualche tempo fai dei paninetti con latte in polvere e devo dire che ne sono davvero rimasta positivamente sorpresa. Questi sembrano proprio soffici come le nuvole, mi sembra di sentire il profumo sprigionarsi dal forno. E' da troppo tempo che non metto le mani in pasta, devo assolutamente rimediare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Elenuccia bella, ma quante belle cose mi hai scritto!!! :-))
      Vero che il latte in polvere rende l'impasto del pane particolarmente meraviglioso? (Si dice "particolarmente meraviglioso"? Vabbè, per il pane questo e altro... :-DDDD).

      Dai, unisciti alla colazione di domattina con me, Silvia e Terry: ci spariamo un paio di bauletti a testa, farciti con una buona marmellata ed il sorriso ci accompagnerà per tutta la giornata!!! :-DDD
      Un abbraccio, cara e grazie! :-*

      Elimina
  6. Spessissimo mi capita di vedere delle ricette interessanti (o che paiono tali), quindi faccio un bel copia e incolla e … passo oltre! Ogni tanto poi riprendo in mano la mia chilometrica todolist e scelgo quale ricetta nuova provare. Ci sono ricette che stazionano per un sacco di tempo, ce ne sono alcune che probabilmente ci resteranno per sempre, ce ne sono altre che faccio dopo poco ed infine ce ne sono alcune che non passano neanche dal via, le vedo e immediatamente le faccio!
    Questa è stata una di quelle (circa). Questa mattina, prima di andare al lavoro l'ho vista e le mani già cominciavano a vibrare ma, ho proprio dovuto andare a lavorare (per darmi lo stipendio mi obbligano sempre a lavorare, che schiavisti!), quando sono tornata a casa, giusto il tempo di togliermi le scarpe ed il giubbotto ed ero già davanti allo schermo per studiarmi la ricetta, senonchè … ragazzi che stanchezza, mi calava la palpebra di brutto!!
    C'era il tipo angelico sulla spalla destra che mi diceva euforico: forza muoviti, vai in cucina e prepara questo splendido pane per cena!!
    Poi però c'era il tipo in rosso con tanto di forcone sulla spalla sinistra che mi diceva: ma chi te lo fa fare, sdraiati e dormi!
    Io avevo già deciso di ascoltare il tipo angelico, ma l'altro deve avermi inchiodato i piedi a terra con il forcone e deve essersi appeso alle palpebre perché tenere gli occhi aperti pareva un'impresa titanica. Ma grazie al cielo è arrivata lei, il mio tesssssoro, la lingua più veloce d'Europa, che in quattro e quattrotto(cento) parole mi ha risvegliato dal mio torpore e … ho fatto il pane!!
    Certo i miei tentennamenti ci hanno portato a tavola un po' più tardi del solito (avevo marito e prole che già mi azzannavano i polpacci!!), ma il risultato è stato strepitoso! Adoro il pane morbido!! Amo il pane caldo (beh il mio era praticamente da ustione … ma son dettagli!!)!!
    Beh, una cena fantastica, il pane era talmente buono che non ricordo neanche più che cosa c'era di companatico!!
    Ricetta promossa con lode! Grazie per l'ennesima meravigliosa ricetta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, cosa si risponde ad un commento così??
      Impossibile trovare le parole! Credo tu sia insuperabile, in tutto e per tutto!
      Ho letto il tuo racconto e mi pareva di vederti, mentre ti barcamenavi tra il tipo angelico e quello col forcone!!! Ahahahahahahahahaha, fantastica!
      E poi mi è parso di vedere anche il tuo tessssssoro che ti ha destata dal torpore...
      Come si fa a non adorarti?
      Rimango sempre particolarmente emozionata quando, pur non conoscendosi di persona, possano crearsi questi legami affettivi come se invece ci si conoscesse da sempre!!!!
      E allora grazie! Grazie ancora una volta per esserti fidata ad occhi chiusi di una ricetta di questo svalvolato condominio. Grazie per i racconti di alcuni scorci della tua vita che ci regalano così tante risate! E grazie per aver ribaltato la "todolist" replicando praticamente in tempo reale questi panini!

      Un abbraccio grande grandissimo ed un bacio con lo schiocco!
      Dolce notte! :-*

      Elimina
  7. Oh che buoni! Da pucciare nel latte caldo la mattina... ho una fame che sto sbavando sulla tastiera e se poi penso a tutti i lievitati che ho buttato in questo periodo mi viene lo sconforto (è inutile, a me il pane non riesce, né con il lievito di birra né tantomeno con la pasta madre).
    Insomma ti faccio un po' di tenerezza e me ne offri uno? ;)
    Un bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tati!!!!! :-)))
      Ma certo che te ne offro, e anche più di uno!! :-DDD
      Guarda, questo impasto è facile facile anche da fare a mano! Se ti va, fai un'ultima prova prima di abbandonare definitivamente l'idea di pianificare, e chissà che da questa tu non ti scopra invece capacissima di farlo!
      Un bacio grande anche a te insieme all'augurio di una buonissima giornata! :-*

      Elimina
  8. ecco, e meno male che hai impastato!
    me li porto immediatamente nella raccolta, ciao meraviglia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per averli inseriti, Sandra!!! :-)))
      Un bacio grandissimo a te!

      Elimina
  9. Mi è rimasta metà tavoletta di cioccolato fondente perfetta direi coi bauletti al latte!!!!
    Buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mila!!!! :-)))
      Eh si, il cioccolato fondente su questi panini è da svenimento!!!

      Grazie per esserti fermata qui. Leggerti è sempre un gran piacere!
      Bacio bello e buon proseguimento di giornata! :-*

      Elimina
  10. O_O che spettacolo devono essere buonissimi!! :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Federica, scusami tanto per il ritardo con cui vengo a risponderti... :-/
      Grazie per esserti fermata a lasciare le tue parole!
      Sì, i panini son proprio buonifffffimi!!! :-DDDDDDDDDD

      Buona giornata! :-*

      Elimina
  11. Meraviglia delle meraviglie. Tu, lui e voi, splendide creature.
    Lontana, ma sempre con voi <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dolcezza nostra!!!!!!!!!!
      Ritrovarti qui è un'emozione bellissima!
      Infinitamente grazie per le tue parole che, come sempre, ci scaldano il cuore! ♥
      Un abbraccio grande da tutte noi!!!! :-*

      Elimina
  12. Panini bellissimi.....fanno venire una fame!!! Posso farti una domanda stupissima? Si possono dimezzare le dosi? Non ho mai fatto questo tipo di pane e volevo provare. Che latte in polvere usi? Grazie Elema

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elena!!!!
      Intanto un caro benvenuta da tutte noi!! :-)))))))))
      Certo che puoi dimezzare le dosi; considera che poi il numero di panini che ne esce dipende da quanto grandi fai le pezzature. Io ho visto che per questo tipo di pane la porzione giusta è di 60-65 grammi.
      Il latte in polvere che ho usato è quello della ditta Graziano.

      Spero di esserti stata d'aiuto.
      Grazie di esserti fermata qui Elena.
      Buona giornata! :-)))

      Elimina
  13. Questi panini sembrano usciti direttamente dal fornaio ma non il fornaio di provincia, quello che insieme al pane vende anche la mortadella, le uova e la pasta di marca Nientus. Qui si parla di bakery o ancora meglio, di boulangerie, di quelle che sotto all’insegna hanno scritto in piccolo: Pane come se Cartier vendesse il pane. Ecco, questi piccoli bauletti si meriterebbero di certo il primo posto in vetrina, con una bella quiche e qualche macaron a far loro compagnia. Brava bravissima la mia tesorina. L’adolescente ringrazia perché questi con un pò di mortadella a farcirli, nello zaino, faranno la sua felicità assoluta. E guarda che lui è un adolescente gourmet, uno di quelli che (é successo proprio sabato scorso), in pizzeria con gli amici, mentre tutti sceglievano pizza coi würstel sul menù, ha scelto gnocchi viola melanzane e nocciole e tortino di couscous 😂😂😂
    Un abbraccio forte anche da parte sua ❤️

    RispondiElimina
  14. No vabbè... Ma tu mi vuoi proprio bene (e non che non lo sapessi già, eh?) :-)))
    Ahahahahahahahahaha, troppo forte il tuo adolescente che ordina un piatto gourmet al posto di una pizza col würstel!!! D'altra parte con una mamma che cucina meravigliosamente, c'era da aspettarselo!!! 😍
    Son felice che questi panini piaceranno al tuo adolescente; io ho smesso di farli perché troppo pericolosi...

    Dolce notte, tesoro! E grazie per tutte le parole belle che mi hai regalato!
    A presto!!! 😘

    RispondiElimina

Sono graditi tutti i commenti, anche quelli da Anonimo, purché firmati, come regola base di buona educazione.