lunedì 25 settembre 2017

Muffin al caffè, per un ritorno a tutto gas!


Eccoci!!! Siamo tornateeeeeeeeeee!!!!
Ben trovati amiche ed amici lettori! Come state? Spero abbiate passato una buona estate!
Avete visto che bella macchinina ci siam prese per rientrare in fretta e furia nella nostra cucina? :-D
Io talmente in fretta che mi son dimenticata pure di far la spesa!
Mumble mumble...
E adesso? Cosa offro ai lettori che passeranno a salutarci? Aria fritta?
Un rapido consulto con i neuroni ancora dormienti ed è stato un colpo di fulmine!
Dai, accomodatevi che mentre facciamo due chiacchiere io preparo un dolcino veloce-veloce, buono-buono e poi vengo a sedermi per gustarlo insieme a voi!
Questi muffin sono stati una rivelazione di gusto, leggerezza ed energia allo stesso tempo!
L'abbinamento cioccolato caffè non ha bisogno di presentazioni, la sofficità di questo impasto invece sì.
Nonostante l'assenza di burro il risultato è davvero notevole e la scioglievolezza dell'impasto è degna di nota!
Merito sicuramente della tecnica di lavorazione tipica del muffin: ingredienti secchi da un lato, ingredienti liquidi dall'altro, una mescolata veloce con una frustina o un cucchiaio e voilà, il gioco è fatto! ;-)


Non so se consigliare questi muffin per la colazione, una merenda pomeridiana o addirittura per un dolce vero e proprio da fine pasto se arricchiti con un frosting al mascarpone e una spolverata di cacao. Certo, in questo caso la leggerezza va a farsi friggere, ma una volta tanto...
Se li assaggiate tiepidi ve ne innamorerete, se li mangiate freddi apprezzerete un gusto più definito, se li farcirete con il frosting diventeranno una droga (avevo detto una volta tanto...).  A voi la scelta! :-)))))
Io per il momento li sto gustando a colazione insieme ad una tazza di caffè e latte e non vi nascondo di aver ceduto alla prova inzuppo! Chevvelodicoaffà...
D'altra parte ogni nuovo giorno merita di essere inizato a tutto gas, no? :-DDD



RICETTA  (dose per 10 pirottini da 5 cm di diametro) 


(clicca per ingandire)
Ingredienti secchi:
160 g di farina 0 o 00
80 g di zucchero
50 g di cioccolato in gocce o a tocchetti
2 cucchiaini rasi di lievito istantaneo
2 cucchiaini ben colmi di caffè solubile
1 pizzico di ammoniaca per dolci

Ingredienti liquidi:
1 uovo
100 ml di panna fresca
35 ml di caffè ristretto
40 ml d'olio di girasole o di riso

Per il frosting:
125 g di mascarpone
125 g di panna fresca
30 g di zucchero a velo
cacao amaro per spolverare

In una ciotola emulsionare tutti gli ingredienti liquidi e in un'altra setacciare tutti i secchi, aggiungendo per ultimo le gocce di cioccolato. Versare i liquidi sui secchi e mescolare con una forchetta o una frustina per non più di 8 giri. L'impasto si presenterà sodo e apparentemente grumoso; è proprio così che deve essere.
Riempire i pirottini per 3/4 del loro volume e cuocere a 190° per 12-15 minuti (se si fanno pirottini più grandi arrivare anche a 20 minuti).
Sfornare e lasciar raffreddare.
Per il frosting, lavorare il mascarpone e lo zucchero a velo con le fruste elettriche; montare la panna ed incorporarla con una spatola con movimenti dall'alto verso il basso per dare ariosità e "leggerezza" al composto.


APPROFONDIAMO? IL CAFFÈ E LE PRINCIPALI VARIETÀ

Portare alle labbra una tazza di caffè fumante è un gesto comune in buona parte del mondo, ma pochi si saranno posti domande sull’origine della bevanda, la sua storia, il suo significato sociale.
Sulle sue origini vi sono molte leggende. Tutti conoscono quella proveniente dal Monastero Chehodet nello Yemen, secondo la quale uno dei monaci, avendo saputo da un pastore di nome Kaldi che le sue capre ed i suoi cammelli si mantenevano “vivaci” anche di notte se mangiavano certe bacche, preparò con queste una bevanda nell’ intento di restare sveglio per poter pregare più a lungo.
Nel sistema di classificazione del regno vegetale creato dal botanico svedese Carlo Linneo, il caffè venne catalogato nella famiglia delle rubiacee, che raggruppa ben 4500 varietà tra cui 60 specie appartenenti al genere coffea.
Delle circa 60 specie di piante di caffè esistenti, solo 25 sono le più commerciali per i frutti, ma di queste solo le prime quattro hanno un posto di rilievo nel commercio dei chicchi di caffè la Coffea Arabica, la Coffea Robusta, la Coffea Liberica e la Coffea Excelsa.

Coffea Arabica
Specie coltivata e selezionata da diversi secoli.
Di questa la più rinomata è la varietà “Moka”, coltivata sopratutto in Arabia, i cui grani piuttosto piccoli, hanno un intenso profumo aromatico. Il loro colore caratteristico è il verde rame, mentre la forma è appiattita ed allungata. Altre varietà sono la “Tipica”, la “Bourbon” molto diffusa in Brasile e la “Maragogype” apprezzata per i grani più grossi che produce.
Le piante di Arabica prosperano in terreni dotati di minerali, specie quelli di origine vulcanica, situati oltre i 600 metri di altezza. Il clima ideale deve aggirarsi intorno alla temperatura media di 20°C.
La coltivazione di altre specie è stata pure introdotta dalla fine dell’ Ottocento, a seguito delle malattie che, in diverse regioni, colpirono e decimarono la Coffea Arabica.
Da allora si andarono scegliendo e selezionando altre specie in grado di dare dei grani da introdurre con successo sul mercato internazionale.

Coffea Robusta 
Affine alla Coffea Arabica, i suoi rami si incurvano a forma di ombrello, verso terra. Durante l’anno la fioritura è continua. I suoi grani tondeggianti sono più piccoli, ma più ricchi di caffeina rispetto alla specie precedente e, una volta torrefatti, risultano molto profumati. Questa varietà che vegeta anche in pianura, ha avuto molta fortuna in commercio. Scoperta nel Congo è ora molto coltivata, perchè oltre all’abbondanza di produzione ed al minor costo d’impianto, mostra alte caratteristiche di resistenza alle malattie, vegetando anche in condizioni disagiate. Alcune varietà ricavate da incroci di “Canephora” a cui la Robusta appartiene, sono molto diffuse in Indonesia, Uganda, India e nell’Africa occidentale. Inoltre è stata ricavata “l’Arabusta”, incrocio tra le due Coffee, Arabica e Robusta.

Coffea Liberica 
Proveniente dalle foreste della Liberia e dalla Costa d’Avorio, è una bella pianta longeva, robusta, rigogliosa nella vegetazione con frutti e semi grandi quasi il doppio di quelli della Arabica, ed inoltre più resistenti all’assalto dei parassiti.
E’ una pianta che richiede temperatura elevata e abbondante acqua. Per queste sue caratteristiche la Coffea Liberica è scelta come porta innesto e per ottenere, tramite incrocio, nuove varietà presenti soprattutto in Costa d’Avorio e nel Madagascar.
I suoi chicci, sebbene di qualità inferiore, danno un caffè profumato e gradevole. Con un gusto che, fino a qualche decennio addietro, piaceva maggiormente nei paesi scandinavi.

Coffea Excelsa
Scoperta nel 1904, questa specie resiste bene all’attacco delle malattie ed alla siccità.
Dà una resa molto elevata ed i grani, lasciati invecchiare, danno un caffè dal gusto profumato e gradevole, simile a quello della Coffea Arabica.

Le quattro specie descritte sono le più importanti quanto a redditività delle coltivazioni.
Per altre curiosità  continuare qui.


✿◕‿◕✿ ❀◕‿◕❀ ❁◕‿◕❁ ✾◕‿◕✾

Prima dei saluti consentitemi un ringraziamento speciale a due carissime amiche lettrici che,
durante questa estate, ci hanno fatto compagnia con le loro mail, messaggi e tantissime ricette replicate anche in vacanza! Ed è con loro che abbiamo voluto condividere parte del viaggio di rientro mentre sfrecciavamo a bordo del bolide condominiale!
Ahahahaahahhahahahhahaahahaa, quante risate di gusto ci siam fatte!!!! :-DDDDDD

Buon inizio di settimana a voi tutti!
Io mi godo l'aria fresca tanto desiderata questa estate e, non me ne vogliate, aspetto trepidante le giornate invernali in cui mi pare che il tempo scorra più lento e corpo e mente si rigenerino!  

Emmettì



Siate lieti, sempre! 


EDIT DEL 25/09/2017

E questi i muffin della mia adorata socia Silvia, fatti praticamente in tempo reale insieme a me! :-))
Guardate che belliiiiiiiiii!!!!!!!!! 


31 commenti:

  1. Hanno un aspetto fan-ta-sti-coooooo :-) domattina aspettatemi a suonare al portone del condominio che salgo x la colazione ^_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Consuelo! Ben trovata e felice di leggerti!
      Dai, dai, domattina te li faccio trovare tiepidi e pronti da pappare!! ::))))
      Buona serata cara, e grazie! :-*

      Elimina
  2. Vengo anch'io a suonare il campanello del condominio... sono spettacolari e secondo me buonissimi, cara Emmettì come sempre del resto. Ben tornate!! Una buonissima settimana a tutte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dani!!! Ma quanto sarebbe bello poter aprire la porta e scambiarci un abbraccio? :-))
      Grazie cara! Sei sempre dolcissima!
      Un saluto speciale anche da parte delle mie Socie!
      A presto! :-* :-* :-*

      Elimina
  3. Eh eh eh stavolta ho fregato sul tempo Tam, perché... già fatti! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oggi mi hai spiazzata con la tua sorpresa!
      Meravigliosa Silvietta mia, grazie di cuore!

      Elimina
    2. ahahahhahahaha! io sto battendo la fiacca!
      Che belli silvia, pure i tuoi!

      Elimina
  4. Arrivooooooooo. Ho proprio voglia di un caffè, un dolcetto e tante chiacchiere :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Elenucciaaaaaaa!!! Corri corri che siam qui pronte ad accoglierti a braccia aperte!!
      :-)))))

      Elimina
  5. Oh ma si torna alla grande qui eh? Ben fatta, mi fa un sacco di piacere ritrovarvi poiché anch'io sono sparita per un bel po' di tempo, avevo una stanchezza antica che proprio mi bloccava su tutto, blog per primo, e che mi ha fatto mollare il pc su un tavolino e ciao! Ora sono ricaricatissima, con tanta voglia di pubblicare e di prendere spunti dalle cucine altrui ;)
    Un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao bella Tati!! Felicissima di ritrovare anche te e soprattutto di leggere che sei ricaricatissima!!!
      Non vedo l'ora di passare dalla tua cucina per leggere di te e delle tue delizie!!
      A presto cara, e grazie!
      Ti abbraccio! :-)

      Elimina
  6. Ciao bellezza!! Bentornata e bentornate tutte!!!! Che belli questi muffins, ne vorrei uno ora a merenda, belli gustosi di caffè, io mi sa che cedo al mascarpone, ho proprio voglia di una coccola golosissima!!! Allora vi mando un super bacio!! E ancora ben tornate!!! Buona settimana!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao mammina!! :-))
      Eh sì, tu adesso di coccole ne meriti proprio tante tante!
      Non siamo ancora attrezzate col teletrasporto che altrimenti un vassoio di questi bocconcini, con tanto di farcitura, te li avrei già recapitati!
      Mannaggia alle distanze! :-/
      Grazie per la tua visita, sempre graditissima!
      Dolce notte e sogni belli! :-*

      Elimina
  7. Ahhh finalmente! Era ora, mica si fa così ;) Bentornate mie care, il web aveva bisogno della vostra verve, ce stavamo a fà un sonno.....
    Un bacione a tutte!!!
    Monica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahahahhahaha, Monica!!
      Quanto mi mancava il tuo spirito e la tua ironia!!!
      Sei sempre meravigliosa!
      Ci prendiamo il tuo bacio e te lo rendiamo elevato alla terza!
      Grazie cara! Che bello ritrovare anche te! :-)))

      Elimina
    2. Eh eh, l'ironia ci salva da 'sta vita che a volte, anzi spesso, non gira proprio nel verso giusto. Prendete ad esempio sti muffin. Sto per andare a cucinarli, domani ho le amiche delle mie figlie a casa e mi serve un dolcino corroborante...ehm per me non per loro ;). Apro il frigo e invece della panna fresca ho la panna acida, per la barba di Zeus. Ma ci provo lo stesso, vediamo chi la spunta io o la mia memoria del cavolo ^_^. Tra un po' vi faccio sapere!
      Baci baci

      Elimina
    3. Hai ragione Monica!!!!
      L'ironia è una vera e propria àncora di salvezza!!!! ;-)

      Ahahhahahahahhaahhaahhaahh! per la barba di Zeus mi mancava!!!!
      Con la panna acida non ho avuto modo di provarli, ma sono certa che verranno comunque morbidissimi e per niente intopposi!
      Aspetto la tua conferma! ;-)I

      Grazie per esser tornata a scrivere!
      Mi hai regalato un altro grande sorriso!!! (e dici poco...)
      A dopo allora!

      Baci belli anche a te! :-*

      Elimina
    4. Macché, lasciamo stare la panna acida. Rifatti oggi con Sua Serenissima, Altissima e Levissima Panna Fresca e devo dire che ci sta come Rocco Siffredi con la patatina (ops). La panna acida la boccio, i muffin li promuovo, le amiche di mia figlia le rimando a settembre perchè me ne hanno lasciato uno. E dico uno mah. Veramente buoni ragazze, se la gatta mi si stacca dalla caviglia provo a pubblicarli ^_^

      Elimina
    5. Ahaahahaahhahahahahaahahah Monica!!!!
      Sua Serenissima, Altissima...
      Come già scritto da te, sono onorata del fatto che tu abbia letto e fatto in tempo reale questi muffin!
      E hai avuto anche la pazienza di rifarli due volte visto che hai bocciato la panna acida (buono a sapersi!).

      Ahahahahahahahahahahaa, le amiche di tua figlia rimandate a settembre!!!

      Grazie ancora Monica!
      Ti auguro una giornata bella e piena di sorrisi! :-****

      Elimina
  8. Ciao donne!!!! Sono tornata a casa anche io ma di mettere le mani al blog ancora non prendo la strada... quest'anno va così. Avete passato buone vacanze? Un bascione forte forte grande grande!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Pattynaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!
      Ma che bello averti qui!!!! :-))))))))))))

      Non vedo l'ora che riaprano i battenti della cucina del Castello, ma prenditi tutto il tempo che vuoi che tanto non scappo!! :-)))
      Le vacanze???
      Per quel che mi riguarda quest'anno son passate dal via, ma confido in quelle di Natale!!! :-DDDDD

      Un bacio grandissimo anche a te, insieme ad un abbraccio in cui ti stringiamo tutte e tre! :-*
      A presto, dolcezza nostra!

      Elimina
  9. E ti pare che non li provo?? Ho giusto del buonissimo caffè, portato da Lecce e dalla nostra Tam, che mi sta profumando lo sportello della dispensa. Come lo apro penso a Tamara, a quanto è bella e a come siamo state bene insieme, seppur per così poco tempo. Quindi tranquilla tranquilla, che arriveranno anche i miei!! Ciao carissima Maria Teresa e tu non capiti qui al nord quest'anno? Avrei voglia di abbracciarti di nuovo. Bentornate ragazze, mi siete mancate.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Terryyyyyyyyy!!! :-)))))))))
      Hai visto quanto è bella la nostra Tam?
      Come son stata felice che abbiate avuto occasione di vedervi!!!! ♥

      Il profumo del caffè in effetti è qualcosa di fantastico e per chi lo ama, questi muffin sono una piccola delizia!
      Grazie Terry, e ben trovata anche te! Siamo sempre felici quando passi a trovarci nella nostra cucina! ♥

      p.s. al nord verrò questo fine settimana, ma purtroppo sarà una toccata e fuga... :-/
      In ogni caso tornerò per la fine di ottobre e con qualche giorno in più e sicuramente ci incontreremo!!! :-DDDDDDDDDDD

      Elimina
    2. Terry ♥ Che bel pomeriggio passato con e e tua sorella! Mi avete fato ammazzare dalle risate, ti ringrazio davvero tanto per essere venuta in città, sono stata felicissima d'incontrarti, finalmente! Vero che è profumatissimo il nostro caffè? Ti abbraccio beddhazza!

      Elimina
  10. Li ho appena incrociati nel blog di Monica (Emporio 21) e supiro alla velocità della luce sono corsa per poter mettere anche qui un super SLURP (ahahahahah!!!), ma soprattutto per arrabbiarmi con me stessa perchè quando faccio ultimamente io i muffin non fanno quella bella panciona (i vostri sono meravigliosamente cicciotti)e la cosa mi fa un d'invidia!!! UFFA!!!
    Buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mila!!! :-))))
      Scusami se ti rispondo solo ora, ma il tuo commento era finito nella spam e me ne sono accorta adesso!!
      Ahahahahahahha, addirittura un super slurp?? Felice che ti piacciano! ;-)

      Quanto alla panciona da far sviluppare ai muffin, ti consiglio di far partire la cottura ad una temperatura anche di soli 10 gradi in più rispetto a quella che usi di solito.
      Ho notato che la botta di calore che gli arriva subito, permette di sviluppare una bella cupola e, successivamente, le crepette tipiche di questi dolcini.

      Grazie Mila!
      Un bacio bello come te! :-*

      Elimina
  11. Socia, per fortuna ci sei tu! Che non smetti mai di sfornare prelibatezze, nulla ti ferma, sei un caterpillar! Io invece mi sono impigrita che sto facendo fatica, giro intorno alla cucina, entro di soppiato, ci rimango per il tempo strettamente necessario alla sopravvivenza e poi scappo >:)))
    Non mi sono ancora ripresa dal giro in macchina!!!
    Bellissimi i muffin, poi al caffè che io adoro, e li proverò, giuro, appena entro in cucina :))
    Grazie tesoro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh vedi la pigrizia, risparmio pure su articoli e lettere :)
      sto facendo UNA fatica
      soppiatTo

      Elimina
    2. Ahahahahahahhahaha, socia bella mia!! È sempre uno spasso quando ti si legge! :-DDDD
      Ma non ti ci vedo a girare di soppiatto in cucina sai? Proprio tu che quando ti aggiri tra i fornelli ci proponi poi delle cose magnifiche! :-))))))

      Son felice che questi muffin ti piacciano! Anche io li adoro perché sono caffettosissimi e al mattino fanno ingranare la marcia giusta per partire alla grande (magari anche alla nostra spider per il prossimo giro!!! Ahahhahahahaha...)
      In settimana li replico e poi ti faccio un fischio così ce ne spazzoliamo un paio insieme; ti piace come idea? :-)))))

      Grazie a te, sempre! <3

      Elimina
  12. Avete presente le lumache? Quei piccoli esserini mollicci e un po' schifosetti che dovunque vadano lasciano come segno del loro passaggio una scia quasi argentata?
    Beh, ci sono giorni, nella vita di ognuno di noi, che come lumache bavose ti lasciano addosso una patina appiccicosa e deprimente, che con l'argento non ha davvero nulla a che fare, e si chiama malinconia.
    E' questa una compagnia da evitare o quanto meno da combattere, magari con un buon muffin, magari con una bella copertura di frosting e, perché no, magari anche con una bella tazza di cioccolata calda!
    E' esattamente quello che ho fatto io con le mie figliole. Tutte malinconiche? A dire il vero no, ma come si suol dire: prevenire è meglio che curare!! Diciamo che abbiamo preferito giocare d'anticipo … giusto per scongiurare possibili brutti incontri! Hahahahahahahahah
    E va bene, lo ammetto, è stato peccato di gola, andrò a confessarmi … tra qualche muffin!
    Dunque, veniamo alle cose serie: dopo essermi risistemata i capelli che nella pazza corsa sul bolide condominiale si erano ridotti ad una brutta copia della capigliatura di Marge Simpson, mi sono ricomposta ed ho iniziato a valutare questa ricettina … mumble mumble … l'ammoniaca per dolci in un muffin?? Mai visto carbonato d'ammonio in un muffin … devo assolutamente provare a farli ma (incredibile ma vero) odio il caffè, è una questione di incompatibilità di carattere!! Dunque che faccio? Rinuncio? Giammai!! Allora, ho sostituito il caffè solubile con dell'ottimo cacao amaro Vanhouten e il caffè ristretto con dell'altrettanto ottimo latte di mandorla! Avevo anche da finire alcuni rimasugli dell'estate e quindi … l'impasto l'ho infilato dentro ai mezzi coni da gelato. Che fai, usi i coni gelato e non ci metti la panna?!? O_o No! Certo che no! Perciò per non essere accusata di eresia, sono stata costretta a metterci pure il frosting! Io non volevo, davvero, ma … ho dovuto, questa è la dolce verità! Dolce??? Lo so che si dice "l'amara verità" … ma in questo specifico caso la verità di amaro non aveva proprio niente!!
    Per concludere: i muffin al caffè senza caffè sono ottimissimi!!

    RispondiElimina

Sono graditi tutti i commenti, anche quelli da Anonimo, purché firmati, come regola base di buona educazione.