giovedì 2 marzo 2017

Zuppa di ceci e funghi champignon


Ve lo dico: amo il freddo e amo l'inverno!
Sì, l'inverno quello vero, quello delle giornate gelide, quello in cui l'aria di tramontana da un lato ti sferza il viso, ma dall'altro ti regala cieli così tersi e stupendi che si lasciano ammirare con sguardo incantato!
Peccato che nella zona dove abito, è l'umidità ad averne la meglio... ma quando arriva la giornata che dico io, esco fuori e ci resto per tutto il tempo che posso o almeno fino a quando non sento più le dita delle mani, la punta dei piedi e quella del naso!!! :-D
Il freddo ha il potere di restituirmi energia e vitalità!
E dire che sono nata in pieno solleone eh?? Ma so' strana, lo so! ;-)

Dell'inverno amo anche i piatti: il brodo, le vellutate, le zuppe di legumi, di verdure e soprattutto il mix delle due; così, mentre l'altro giorno preparavo una delle mie preferite mi son detta: ma perché non portare questo piatto nella cucina condominiale?
Ecco allora la mia zuppa di ceci e funghi! Due soli ingredienti che, messi insieme, restituiscono un gusto pazzesco. Mi ritrovo a dire, ancora una volta, che anche in cucina la semplicità è la miglior cosa!!! :-)))


RICETTA

500 g di ceci giganti secchi (possibilmente canadesi o messicani)* 
5 cucchiai di olio extravergine di oliva
2 spicchio d'aglio in camicia
1 rametto di rosmarino
4 grani di pepe nero intero
acqua q.b.
sale q.b.
500 g di funghi champignon freschi
olio extravergine di oliva
qualche fogliolina di prezzemolo
peperoncino (se piace)
pane

* i ceci messicani o canadesi hanno la caratteristica di essere molto farinosi e si prestano bene per le cotture lente e prolungate in quanto rilasciano piano piano parte della loro polpa regalando una cremosità senza eguali.

Prima cosa: lavare i ceci (può sembrare un'operazione superflua, ma in realtà non lo è per niente
perché la parte esterna di tutti i legumi raccoglie un sacco di impurità durante la fase di raccolta, stoccaggio e confezionamento; vi accorgerete infatti che l'acqua uscirà piuttosto marroncina...), versarli in una ciotola molto capiente e coprirli con abbondante acqua fredda fino a che siano ben sommersi.
Cambiare l'acqua ogni 12 ore e mantenere in  ammollo per un totale di 36 (del perché di tutto questo tempo parleremo dopo).
Trascorso il tempo di ammollo, scolare i ceci, versarli in una capiente pentola e coprirli ancora con acqua fredda fino a che la superficie superi di almeno tre dita il livello dei ceci; unire due spicchi d'aglio interi, due rametti di rosmarino, i grani di pepe e i 5 cucchiai di olio.
Accendere il fuoco e, al raggiungimento del bollore, abbassare al minimo la fiamma in modo che i ceci si muovano appena appena all'interno della pentola e portare a cottura (ci vorranno un paio d'ore). Nel caso in cui l'acqua venga completamente assorbita, aggiungerne dell'altra (sempre bollente).
Quando mancano dieci minuti alla cottura, regolare di sale, prelevare un paio di mestoli di ceci e con il frullatore ad immersione ottenere una purea da versare nuovamente nella pentola.
In una padella, trifolare i funghi mettendo un paio di cucchiai d'olio, sale, pepe e qualche fogliolina di prezzemolo; portare a cottura, far rosolare per benino ed unire i funghi alla zuppa di ceci, lasciando insaporire il tutto per 10-15 minuti.
A questo punto abbiamo due possibilità:
- servire la zuppa con dei crostini di pane,
- oppure con della pasta spezzata (spaghetti) o con dei cavatelli.
Se optiamo per la pasta, valutare la necessità di aggiungere un po' di acqua per la cottura della stessa; se invece la zuppa è piuttosto morbida, non sarà necessario.
Subito dopo aver impiattato, versare un filo d'olio a crudo, portare in tavola e gustare fino all'ultimo cucchiaio! :-)))))



CONSIGLIO DEL GIORNO

Visto che i ceci hanno bisogno di quasi due giorni di ammollo, può essere utile lessarne quantità maggiori e conservarle in freezer. Al momento che ci vien voglia di fare una zuppa o una pasta e ceci, sarà sufficiente farli decongelare, riportarli a bollore, aggiungere i funghi e lasciare insaporire oppure buttarci dentro una manciata di pasta e in un attimo pranzo o cena sono salvi! ;-)
Ma perché un ammollo così lungo per i ceci?
Durante la fase di ammollo, l'acqua penetra all'interno del legume idratandolo e rendendo la fase di cottura molto più rapida. In questo modo tutte le proprietà nutritive del legume vengono preservate a vantaggio di una sana e corretta alimentazione.



Il colore della primavera è nei fiori; 
il colore dell’inverno è nella fantasia.
 (Terri Guillemets)

24 commenti:

  1. Buona, molto buona! Quassù fa ancora molto freddo e qualche zuppa ci può ancora stare, anzi per una volta ho tutto in casa e posso farla già questa sera, approfittando della manciata di funghi rimasti in frigorifero.
    Grazie per l'idea!
    Un bacio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao dolcezza! :-))))
      Uuuuhhhhhhhhhh ma quale onore sapere che preparerai questa zuppa già stasera!
      Tati, grazie a te!
      Un abbraccio stretto stretto e l'augurio di una buona serata! :-********

      Elimina
    2. Sai che alla fine i ceci li avevo finiti (quando? come?) e ho usato i fagioli rossi (in scatola)? Buonissima!!!

      Elimina
    3. Ahahahahhahahahhaahahh! Ma allora anche a te "scompaiono" le cose dalla dispensa?? Pure a me capita spesso, sai? Son convinta di avere una cosa e quando vado per prenderla, puffffff! Scomparsa! (in realtà è stata già usata o pappata!!!).
      Felice di sapere che anche con i fagioli rossi, la zuppa ti sia piaciuta!

      Grazie per esser tornata a scrivere! :-*
      A presto!

      Elimina
  2. Socia adoro le zuppe di legumi e in particolare quella di ceci. Da quanto leggo vedo che usiamo lo stesso identico procedimento, anche se io i funghi non li ho mai messi. Proverò!
    p.s. Adoro le zuppe e le giornate terse ma primaverili e se proprio devo scegliere tra pioggia e freddo preferisco quest'ultimo.
    Buona giornata :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Socia! :-)))))
      Buoni i ceci eh??? Bello sapere che usiamo lo stesso procedimento per cuocerli! Se vorrai provare anche la versione con i funghi, ne sarò ben felice e spero ti piaccia! ;-)
      Ho dimenticato di scriverlo nel post, ma la ricetta l'ho rubata ad una cugina che vive in Umbria, dove questa zuppa pare sia un must della cucina regionale!
      Un bacio a te e buona serata! :-*

      Elimina
  3. Buonissima cara Emmettì che buona la tua zuppa sa proprio d'inverno di quello busso...si dice dalle mie parti e che anch'io amo in tutte le sue sfumature. Peccato che nella pianura padana il cielo terso pulito dal vento si vede poco, quest'anno nemmeno la neve è venuta,,, ma che razza d'inverno è questo. una settimana di freddo poi umidità da vendere e le ossa scricchiolano... oggi però c'è un bel sole caldo sarà già finito l'inverno? io spero di no.Baci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dani!!!!! :-)))))
      Hai ragione, questa zuppa sa proprio d'inverno!
      Peccato che anche dalle tue parti è l'umidità ad avere la meglio! :-//
      E mi sa che sì... l'inverno inizia a lasciare spazio ad un'altra meravigliosa stagione! E noi ci prepareremo a viverla nel migliore dei modi, vero?? :-)))))))

      Tantissimi baci anche a te! :-* :-* :-*

      Elimina
  4. Ciao, anche io amo l'inverno e amo il freddo e una zuppa come questa è l'ideale per quelle serate gelide in cui è bellissimo stare a tavola anche per tanto tempo, gustando cibi così. Copio la ricetta. Grazie!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Antonella! Felice di ritrovarti! :-))))))))
      Ma che bello scoprire che non son la sola ad amare il freddo!!!!! :-DDD
      È vero, nelle lunghe serate d'inverno è così confortevole prendersi del tempo per stare intorno ad una tavola chiacchierando e gustando piatti caldi ed avvolgenti! Son contenta che ti sia piaciuta la ricetta.
      Grazie a te!
      Ti auguro una buona serata. A presto! :-)))

      Elimina
  5. Adoro las legumbres en toda época se ve muy sabroso me encanta,abrazos.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hola Rosita, bienvenida!! :-))))
      Muchos gracias por tu palabras!
      Un abrazo y una sonrisa tambien para usted! :-*

      Elimina
  6. Non ci posso credere, tu sei l' eccezione che conferma la mia idea!! Che chi è nato al caldo ama il caldo e chi è nato al freddo ama il freddo!!
    E' una teoria un po' strampalata che mi sono inventata chiedendo alle persone che clima amano e quando sono nate, però di solito le persone la confermano abbastanza!!!
    Questa zuppa è davvero golosa, confortante, scaldacuore!! E ancora il fresco alla sera c'è ed è un piacere gustare un piatto così!!
    Un bacione carissima, buona serata e buon we!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Silvietta mia bella!!
      Ahahahhah, interessante la tua teoria!! :-))))
      Che poi, se non ricordo male, io e te abbiamo giusto giusto un giorno di differenza sulla data di nascita (sull'anno, invece, ti batto alla grande! ;-DDDD).
      È vero, anche se la primavera è ormai alle porte, le serate sono ancora belle fredde ed un piatto caldo ci sta tutto!!

      Il we è ormai finito, e allora ti auguro un inizio di settimana scoppiettante, pieno di energia e di tanti sorrisi!
      Un abbraccio, dolcezza! :-*

      Elimina
  7. E ci siamo! e anche e un po' in ritardo, bastavano una decina di giorni prima :))) mi piacciono un sacco i ceci (a proposito, mi sa che nel condominio è ora di portare pure un bel piatto di ciciri e tria), e, appunto una decina di giorni fa, ho cucinato dei ceci che mi aveva portato la mia cugina romasalentina da Leonessa, insomma dei ceci biologici, di quelli veri, di quelli che non ti tieni un cecio in bocca :) ma li ho tenuti a mollo solo un giorno e per cuocerli ci sono volute ho perso il conto delle ore, un incubo! alla fine ce li siamo mangiati sgranocchiandoli :))))
    Ecco, coi funghi non li ho fatti mai, quindi i prossimi a mollo 3 giorni e vai coi funghi che pure mi piacciono un sacco (poi magari un giorno farò l'elenco delle cose che non mi piacciono eh? :)) basteranno tre righi!)!
    Il freddo???? nono, non mi piace il freddo! il freddo mi fa freddo, non sopporto di vestirmi a cipolla con strati e strati di lana/cotone/lana/cotone/fibrevarie/lana e soprattutto non sopporto le scarpe. Odio le scarpe!
    no no, io confermo la teoria di Silvia, sono nata in giugno e mi piace il caldo, le lunghe giornate e le infradito!!!! :)))))
    Che poi, a me piacerebbero le mezze stagioni, ma dice che non ci sono più da un sacco di tempo :)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bella Tam!
      Altroché se è ora di portare ciciri e tria nella nostra cucina!!!! Mamma mia che piatto pazzesco anche quello! :-)))))
      Eh si, i ceci del nostro territorio son belli tosti e per ammollarli ci vogliono tutti i tre giorni!!! Ma son di un buono strabuono!
      Ahahhahahahahahhhaha, anche a me basterebbero poche righe per elencare quello che non mi piace! :-DDDDD

      Ami il caldo tu eh?? E ti credo!!! In quel posto incantevole in cui vivi come si fa a non amarlo?? Ecco, se io vivessi in un posto del genere, da giugno a settembre starei a mollo come i ceci! Ma al mare però... in quel mare, il cui ricordo riaffiora nella memoria un giorno sì e l'altro pure!!! :-))))))))))
      Un abbraccio grandissimo tesoro! E buon inizio di settimana anche a te! ♥


      Elimina
  8. La farò di sicuro.valentina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Valentina, e benvenuta!! :-)))))))
      Sarò felice se proverai questa ricetta, e ancor di più se ci regalerai una foto da poter mettere nella nostra pagina dedicata agli amici lettori!

      Ti auguro una buona serata! Grazie per esser passata. A presto!
      :-))))))))))))

      Elimina
  9. Woow! Che zuppa!
    Posso permettermi un suggerimento?
    Una volta pronta la zuppa spegni il fuoco e buttaci la pasta cruda. Dopo mezz'ora sentirai che robbbbba!!!

    BAsCI!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Pierooooo! :-))))
      I suggerimenti sono sempre ben accetti!!!
      Ma lo sai che il metodo di cottura da te consigliato lo uso sempre quando preparo riso e fagioli? Non so il perché con questa zuppa non mi è venuto in mente di fare alla stessa maniera, ma alla prossima me ne ricorderò senz'altro! :-D

      Tanti BAsCI anche a te e l'augurio di un buona settimana!
      :-)))))))


      Elimina
  10. Ammappate che cecioni!!!! :-) Belli cicci cicci :-).
    Ho visto questo post la scorsa settimana e nel w.e. mi sono subito fiondata a comprare un pacchetto di ceci secchi perché "non si sa mai. meglio trovarsi preparati ad appagare le proprie voglie in qualsiasi momento".
    Ieri ho incontrato un'amica che non vedevo da tempo...ci siamo scambiate i regali di Natale (no comment) e cosa trovo? Oltre ad un bel paccone di farina di mais per polenta...un altro sacchetto di ceci secchi.
    Forse l'universo mi sta comunicando che devo fare sta zuppa!!!! :-D
    Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahahahahahah, tesoro!!
      Sì, i messicanelli son proprio ceci cicci cicci! :-DDDDD
      Uh ma che bella 'sta cosa dei regali di Natale a marzo!!!!
      Eh sì dai, se anche nel cesto della tua amica hai trovato, i ceciotti, la zuppa chiama!!
      Riccia bellissima, ogni volta che ti leggiamo, ci inondi di sorrisi! Grazie, grazie e grazie! Un bacio bello e una buona serata, a te and LoveoOfyourLife! :-*********

      Elimina
  11. La zuppa di ceci in generale per me è sempre buona, da provare con l'aggiunta dei funghi!!!!
    Buona giornata qui con uno stupendo sole!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mila! :-)))))
      È vero, i ceci son buonissimi pure da soli! ;-)

      Grazie per il tuo augurio di buona giornata che ricambio affettuosamente con quello di una buona serata!
      Un bacio bello, cara! :-*


      Elimina

Sono graditi tutti i commenti, anche quelli da Anonimo, purché firmati, come regola base di buona educazione.