lunedì 9 gennaio 2017

Prummitori scattariSciàti: Pomodori rossi fritti alla fermata del Salento, a sentimento. Mi confermate che le feste sono finite?



 Dopo queste feste stiamo tutti un po' così:
- Ciao. Come ti vanno le cose? - STRETTE.
- Situazione attuale: rotolo.
- Oroscopo del giorno: Bilancia. "Scendi immediatamente!"
- 4 Kg fa era il 23 dicembre.
- Sono salita sulla bilancia ed è uscita la scritta "L'importante è la simpatia."
- È inutile che mi vesta di nero, ci vuole proprio il buio.
- Se dico No è No, a meno che mi stiate offrendo del cibo, allora dico no ma è sì.
- Quando mi sono alzata da tavola hanno applaudito anche dal presepe.
- Babbo Natale, ti avevo chiesto AMORE, non  LE MANIGLIE DELL'AMORE
- Vigilia di Natale: "Ciao, disturbo?" "Sì, sto cucinando" "Allora ci sentiamo quando hai finito?" "Ok, il 7 ti chiamo".
 Il 7 è arrivato, ti chiamo?
In verità sono ancora occupata con i sensi di colpa calorici che mi divorano, a recuperare le forze dopo che mi sono distrutta in cucina (a cucinare o a mangiare?!),  e a controllare l'ansia che mi assale al solo pensiero che Pasqua sia alle porte.
Dopo queste feste ho chiuso a chiave la porta della cucina (e pure quella del bagno di servizio dotato di bilancia), per riaprirla solo ieri, ma con cautela. Ho pensato, ok, cucino, ma una cosa veloce, che si faccia da sé, che non contenga ventordicimila calorie, che sia versatile e, giacché, che sia pure simpatica... mumble... li pummitori scattariʃciàti! (attenzione alla pronuncia del trigramma "sci", vedi sezione "di pertinenza").

Cosa sono?
Li pummitori (o prummitori) sono i pomodori, preferibilmente quelli invernali, gialli, appesi, ma anche pachino o ciliegino vanno bene.
Scattariʃciàti come tradurlo? Il salentino spesso è intraducibile, perché il salentino non è una lingua, è un sentimento... ok ok, ci provo! Scattariʃciàti significa scoppiati, scoppiettati, schiattati, ma simpaticamente, nulla di violento! Già solo pronunciare Scattariʃciàti a me fa venire allegria!

Li pummitori scattariʃciàti sono una prelibatezza che affonda le origini nella tradizione della cucina contadina scelta spesso come piatto unico nella veloce pausa pranzo tra un lavoro a campagna  e l'altro. In genere, li pummidori scattariʃciati venivano consumati su fette di pane raffermo oppure come condimento delle immancabili friselle, per dare un po’ di sostanza ad un piatto povero, sia pur gustoso. Io a campagna non ci vado, però li pummitori scattarisciati li cucino lo stesso, quando ho fretta, poca fantasia oppure quando la bilancia la mattina mi dice "l'importante è la simpatia"!



RICETTA 

oOOoכ  Pomodori scattariʃciàti  coOOo

Nati come piatto unico, accompagnati da panefriselle, oggi i pomodori scattarisciati sono usati anche per condire la pasta (perfette le nostre orecchiette al grano arso) o  per insaporire piatti a base di carne e di pesce, oppure oppure renderli la base di un piatto creativo, per esempio con l'aggiunta di un uovo fritto.

Ingredienti (quantità a sentimento):


clicca per ingrandire

Pomodorini (te pennula è meglio, altrimenti ciliegini o pachino)
Olio extravergine d'oliva (due o tre cucchiai)
Aglio
Basilico fresco
Capperi sotto sale
Peperoncino
Origano
Sale

Facoltativamente, a seconda di ciò che si ha a disposizione, a gusto, o a sentimento, si possono aggiungere:

Spunzali (cipollotti salentini) o cipolla, olive nere, peperoni friggitelli, alici sott'olio o sarde sotto sale.
Formaggio ricotta semi-stagionato o pecorino (se usati per condire gli spaghetti).
Uova, da cuocere a occhio di bue insieme ai pomodori gli ultimi minuti di cottura.

Preparazione:

Lavare e asciugare i pomodori senza tagliarli, devono rimanere interi ed integri.
In un tegame a bordi alti scaldare l'olio fino a farlo diventare bollente, senza bruciarlo però. Eh!
Versarvi dentro i pomodori, coprirli con un coperchio (che sia quello giusto per la pentola, se di vetro ancora meglio, così possiamo spiare senza essere visti).
➲ Cuocere a fuoco vivace fino a quando si sentiranno i botti di Capodanno! Ecco, è questo il momento in cui i pomodori scattarìʃciano! (occhio all'accento!).
Dopo una decina di minuti abbassare la fiamma ed aggiungere l'aglio scamiciato, il basilico, i capperi, il peperoncino ed eventuali altri ingredienti scelti a sentimento.
➲ Lasciarli scattariʃciàre ancora per dieci/quindici minuti (che spettacolo spiarli da lu tampagnu trasparente!).
➲ Spegnere il fuoco, eliminare l'aglio, aggiungere l'origano, salare se occorre e servire nel modo scelto:

con pane abbrustolito;
con le friselle;
con la pasta fresca: scolare al dente la pasta, mantecarla su fuoco vivo con i pomodori, il loro sughetto e qualche cucchiaio di acqua di cottura, a fine cottura ggiungere una spolverata abbondante di formaggio ricotta;
con le uova, che si cuoceranno insieme ai pomodori, appena questi avranno smesso di scattarisciare, altrimenti scattarisceranno pure le uova;
come contorno di carne o pesce o legumi;
come volete!!

Provare per gustare!






DI PERTINENZA


Il dialetto salentino, come dicevo su, più che una lingua è un sentimento. Sentimento rappresentato dalla storia della parlata salentina che è molto complessa ed articolata, carica di influenze linguistiche provenienti dalle popolazioni stabilitesi nel territorio nel corso dei secoli: messapi, greci, romani, bizantini, longobardi, normanni, albanesi, francesi, spagnoli, arabi, emminchia quanti! Capite perché tanto sentimento?? Abbiamo accolto i fonemi di tutti, prendendone un po' da ognuno, così chiunque a casa nostra si sente a casa propria. Pertanto nel tempo è diventata una lingua ricca, opulenta, piena di parole, concetti, costrutti e anche suoni unici e... difficilmente traducibili!

A proposito di suoni, per esempio,  il digramma italiano sc (quello dolce, quello di sci), a seconda di come si pronuncia in salentino assume un significato completamente diverso:
prendiamo la parola osce:
- se la  sc  si pronuncia in modo molto dolce, leggero, suono rappresentato dal /ʃ/   è una  fricativa postalveolare sorda di grado semplice, quindi si legge osce /ɔʃɛ/, e significa oggi.
- se invece la sc si pronuncia quasi raddoppiando il suono (come le consonanti doppie), trattasi di
 fricativa postalveolare sorda di grado doppia, ossia il suono sc italiano, si scrive šc, quindi 'ošce /ɔʃʃɛ/,e significa vostre.

Quindi, pummitori scattarisciati si pronuncia così: pummitori scattariʃiàti  (cliccate QUI)

Se volete sentire anche osce&osce cliccate QUI.

Spicciai (Finii)

Tamara




GENEROSAmente


Per l'anno nuovo voglio farvi un regalo unico, speciale e generoso! Condivido con voi la mia collezione privata di preziosissimi Cavez originali! Sono certa che prima o poi, almeno uno di questi vi sarà utile :)



clicca sugli affa sulle immagini per ingrandirle











Principe Azzurro... ma vaffanfiaba!

Tamara

31 commenti:

  1. Ahahahah, voi mi fate morire... nonostante la fatica a starvi dietro con i termini dialettali (eh ma io sono troppo lontana geograficamente... ci si potrebbe fare ciao ciao con la manina dalle rispettive coste)! E comunque sia questi pomodori mi piacciono da morire, un concentrato di profumi mediterranei, slurp! Dal momento che io, come al solito, sotto le feste è l'unico periodo dell'anno in cui riesco a perdere peso (sono nemica di panettoni, pandori e magnate varie perché quando son sazia son sazia e basta) non vedo perché non farmi una bella bruschetta con questa magnificenza sopra!
    Un bacio bellezze :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahah Tatiana, devo dire che ci divertiamo anche noi :))) ma io ti invidio da morire, riesci a perdere peso durante le feste!! beatissima te, altro che bruschetta allora, puoi almeno una bruschetta, una frisella e un piattone di pasta!
      ciao ciao Tatiana :))))✋

      Elimina
  2. PS: e quella foto è stupenda! Dovevo dirvelo....

    RispondiElimina
  3. Ahahahah, ti adoro Tam. Adoro ciascuna di voi. E mi siete mancate tantissimo in questo lungo periodo in cui (non ho cucinato, né stramangiato) sono stata un po' nell'ombra.
    Vi stritolerei tutte :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e noi adoriamo te! Tesoro, l'importante è che tu stia bene, così possiamo stritolarti come si deve :))))

      Elimina
  4. Tu mi fai morire ... ecco perchè ti amoro così tanto, mi fai ridere e sorridere. Ma dove te le inventi? Quando le pensi? Dormi la notte? Sei uno spasso, guarda. A parte che sti pomodori (per carità non pretendere la pronuncia) li farò di sicuro. Mi piacciono in tutti i modi, sulla frisella, sul pane, con la pasta, con le uova ... ora ci penso come papparmeli. Comunque bentornata e ... buttala via la bilancia! E' un impostora, sempre!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahahaha Terry! mi credi? quando devo scrivere un post parto con "a sto giro scriverò solo la ricetta, non mi viene niente, non so che dire, non so che scrivere mumble mumble" e poi va a finire sempre che esagero con le minchiate! Terry, ma sai che sono davvero buoni? semplici semplici, facili facili, ma quanto mi piacciono! dai, insieme a me, pomodori scatta ri scia ti! ahahaahahahhah! un bacione!

      Elimina
  5. No, vabbé, ma tu mi fai morire!!!

    Ogni tuo post è uno sballo di risate e una lezione di cucina, oltre che di salentino.
    E pure la pronuncia ci hai messo! E tu lo sai che adoro il salentino e tutto il Salento!

    Il termine "a campagna" poi mi fa impazzire!
    Toglimi una curiosità: si usa anche il tirmine a mare o solo a campagna?
    Che poi suona "ammare" e "accampagna", giusto?

    Di pertinenza: ma dai romani cosa avete preso?!?!?

    Baʃci scattariʃciàti!

    P.s. consòlati, la Pasqua quest'anno è alta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eccerto che si dice ammare e accampagna, allecce e allago Alimini :)))) e dai romani abbiamo preso la strascinatura della sc e l'anfiteatro che è il cuore della città :)))
      Davvero Pasqua è alta quest'anno? oh, menomale, almeno inizio tardi a preoccuparmi che... oddio ma alta quanto? non abbastanza, devo assolutamente rimettermi a dieta!
      un bacione alto a te :-*

      Elimina
  6. Ahahahahahhahaahhahaahaahahahah!!!!!!!!
    Cara Tam, le tue lezioni di dialetto salentino sono per me dei veri e propri mantra!
    È da stamattina che vado girando per la stanza di lavoro sibilando scattariʃiàti, scattariʃiàti, scattariʃiàti mentre qualcuno mi chiede: "che hai detto?? Vuoi parlare più forte che non ti capisco?!?!?! :-DDDDDDDD
    Mi piace troppissimo, sai???????

    E quanto ai pummitori che ti devo dire?
    Oggi, nonostante le temperature glaciali, mi pare un giorno d'estate!
    Pomodori, friselle, basilico, cipollotto fresco... wow che meraviglia!!!
    E che meraviglia questi scatti! Mi fanno rimanere in apnea mentre occhi e cuore si riempono di bellezza! La tua! ♥

    Un abbraccio stritoloso e un bacio con lo schiocco! :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahahah spero che abbia smesso di scattarisʃciare a destra e a manca! poiuttosto, scattariʃcia lu pummitori che sono troppo buoni!
      Grazie per le foto tesoro, ti abbraccio anch'io ♥

      Elimina
    2. Hai ragione...
      Devo passare dalle parole ai fatti!!!!
      ScattariScierò quanto prima! ;-) ;-)

      Elimina
  7. Ma quanto sono buoni questi pomodori?? Li preparerò anche io così, facendoli scoppiare, come i petardi che non ho sparato il 31!!
    Sai che avevo dei coinquilini a Pisa che erano del Salento, in particolare due di Taranto e dua di Ceglie Messapica, erano una botta di vita e quando tra loro parlavano in dialetto ti giuro erano incomprensibili, ma erano un pozzo di simaptia, ho un bel ricordo di loro e di tutte le persone pugliesi che ho conosciuto!!!
    Via, i tuoi cavez ora me li stampo e so io dove attaccarli come post-it, ah ah, cascano troppo a fagiolo!!!
    Un bacioneeeeee!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì Sì Silvia, fai i botti scattariʃciati pure tu!
      dai, che bella questa frequentazione salentina, e sì, confermo che siamo simpatici e pure modesti :))))))
      ahahahahahha i Cavez mi fanno morire!! un bacione Silvia carissima e grazie sempre!

      Elimina
  8. hahahahaha, da oggi in poi solo fatti così, ma non lo riscrivo che io di Salentino avrei solo il sentimento ma la pronuncia manca ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E l'importante è il semtimento Lara! Grazie infinite!!!

      Elimina
  9. Tam sto ancora ridendo....mi ti immagino quando spii i tuoi pummitori che scattarisciano (si può dire così? !!) da dietro il coperchio di vetro!
    E poi la tua voce!ma come ti vengono in mente certe cose?!sei una grande artista che mi fa emozionare anche davanti ad una semplice foto di pomodori!!!
    Qui a Matera siamo immersi nella neve quindi niente scuole, niente rientro alla normalità! Mi toccherà stare un altro po' a casa e quasi quasi li schiatto anche io due pomodori con le orecchiette!!!
    Un forte abbraccio, sei grande!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Flavia ma che bello leggerti!!!!! come sono contenta! ahahahahahah insomma, artista mi sembra esagerato, mi descrive meglio "minchiatinista" :)))
      mamma mia, ho visto delle foto di Matera imbiancata stupende! ché lo so che la neve porta solo disagi e freddo, qui nel salento quest'anno abbiamo avuto addirittura 4 giorni di nevicate intense, io sono proprio rimasta bloccata in casa, stavo per impazzire! e sì, due pomodori che scattarisciano, mangiati bollenti su una fetta di pane tostato, riconcialiano pure col meteo :)))
      Flavia, ti abbraccio pure io, contentissima di leggerti!!

      Elimina
  10. GRANDE TAMARA!!!!!!! MITICA IN TUTTO E PER TUTTO

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sandra, sono mitile, altro che :))))))))))))

      Elimina
  11. Io sono perennemente in lotta con la bilancia e, siccome questo è anche il mio segno zodiacale, quindi con me stessa.
    Però, perché c'è un però, è anche vero che la prova costume è ancora lontana (tra l'altro qui nevica e sono lieta di poter affermare che ho brillantemente superato la prova piumino...nonché piumone) perciò abbiamo tutto il tempo per progettare, fantasticare, immaginare tutta una serie di attività atte a ritrovare la forma.
    Fermo restando che quella tonda sempre forma è...e dato che la mia base di partenza sempre tonda era...va da sé che la forma smarrita (x scriverla alla Dante...se scrivessi "perduta" non potrei più aver speranza di ritrovarla) io l'ho già ritrovata. Ma quindi??? Cosa volevo dire???
    ahhhh sì...volevo farti capire a mio modo che "non sei sola"!!!!
    Ma ora vado ai pummitori. A me crudi piacciono un sacchissimo. Me li mangio quasi con più godimento delle ciliegie.
    Me li dai con un pezzo di parmigiano bello stagionato e, beh, allora puoi chiedermi tutto (ma non il mio breil...più che altro perché non lo ho...o meglio...lo ho ma non ricordo dove l'ho messo).
    Cotti, invece, mi perdono un po'. MA!!! Ma voglio provare a farli perché si prestano a tante interpretazioni (quelle con friselle o fette di pane sono le mie preferite).
    Inoltre ho il coperchio di vetro quindi figurati se mi lascio sfuggire l'opportunità di fare da voyeur ai pummitori che scattariʃciàno (ho verificato + volte che le doppie fossero le "t" e non le "r" altrimenti l'immagine dei pomodori che scoppiettano viene sostituita da quella dei pummitori che scatarrano come i calciatori o quelli che scambiano i marciapiedi per una sputacchiera...e mi perdono un po' di poesia).
    Quindi li proverò.
    Ahhh io non ci capisco nulla di foto...però mi unisco al coro di chi si complimenta con te anche per i tuoi scatti.
    E cmq...gran bel mazzo...quello di cipollotti!!! :-)
    un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ammappate che commentone ^_^! Mi faccio paura da sola!!!!

      Elimina
    2. ahahahahahhahahahahhahahahahaa Riccia mia adorata riccia, mi fai morire! la prova piumino è la mia preferita, a forma tonda è quella che mi preferisce, i pomodori freschi li mangio a morsi come le mele, quelli scattarisciati mi divertono però sono pure buoni, provali provali provali, e ti regalerò un breil che poi, contestualmente, ti chiederò :)))) ahahahahahahhaha i pomodori che scatarrano... oddio aiuto!!! ho bisogno di un mazzo... di cipollotti all'istante!!
      Riccia riccia riccissima :-*

      Elimina
  12. No senti... la ricetta dei pomodori scoppiettanti, tipo petardi nella notte di capodanno, è interessante maaa... e la lezione di fonetica? ne vogliamo parlare? a rivedere quei simboli e leggere la definizione fricativa postalveolare sorda, sono tornata indietro di... diciamo di un certo numero di anni, ai banchi dell'università e le lezioni di glottologia, e l'esame, tosto porcavacca! Questo e l'esame di filologia germanica me li ricordo come due incubi!
    Hai risvegliato i miei incubi seppelliti sotto strati e strati di dimenticanze, ma mi hai anche fatta ridere! Prossima volta che ci sentiamo al telefono, te lo faccio dire scattariʃiàti, così la pronuncia la sento live.
    E comunque, ti confermo che sì, anche questo Natale...
    Ora dobbiamo coraggiosamente, anzi no... eroicamente affrontare il post Natale.
    Aiuto.
    Baci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahahahahhaha oh, io sono giorni che rido! fra le palle di Natale, i Surace e le fricative postalveolari, rido rido e rido!! La prossima volta che ci sentiamo ci scattariʃiamo di risate in diretta!!!
      Un bacione beddha!

      Elimina
  13. Dunque da dove inizio? Ah sì dalle foto per le quali mi sono già sperticata di complimenti nelle varie mail, perché sono veramente belle e sembra facciano a gara tra di loro per convincere il lettore a provare per prime le friselle o il pane, le orecchiette ecc.
    I pummitori scattariʃciati, ecco se non avessi sentito la tua fonetica non avrei mai scoperto che è lo stesso suono che usiamo noi romani quando c'è la c. Per noi il cielo diventa ʃcielo e... e... oh minchia! Mo che sto qua davanti non me ne viene in mente manco uno che cavolo! Vabbè ci tornerò su, ché tanto lo so che stanotte me ne ricorderò mille!
    La collezione di vfncl? Sublime!
    Socia sei sempre più mitica!

    p.s. oggi baccalà con pummitori scattariʃciati! :))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tesoro :-* e lo so che ti son piaciute tanto le foto, mi hai detto una cosa bellissima "fanno apparire un trito di prezzemolo un piatto da gourmet" :))) e comunque sì, bisogna fare a gara tra frise, pomodori, pasta e anche uova, buonissimi, a me piacciono bollenti appena scattariʃciati, buoni buoni
      Il cielo diventa ʃcielo e il bacio diventa baʃcio, proprio così! anche per noi il bacio è baʃcio, come quello che ti mando!!!
      ps. ma veramente baccalà e pummitori scattariʃciati) ma non mi hai detto gnente!!!!

      Elimina
    2. Eh lo sai che in questi giorni ho la testa fra le nuvole (tutte le scuse son buone per averla in aria :D). ;);)

      Elimina
  14. Firulì firulà la la la ( è la musichetta del telefono … con un po' di fantasia!)
    Io: "pronto"
    Lei: "Ciao Cri!"
    Io: "Ciao, come va?"
    Lei: "Meglio grazie, e voi tutto bene?"
    Io: "Sì, abbastanza bene … (a questo punto è partita la ciàcola: bla bla bla)"
    Lei: "cosa sono questi rumori? Cosa stai facendo di bello?"
    Io: "Scattariscio … cioè … scattarisco … scatarro o_O? Ehm … sto scattarisciando!!!"
    Lei: "…"
    Io: "pronto, ci sei?"
    Lei: "cosa ti sei messa nel tè oggi, la grappa?"
    Io: "hahahahahahaha no, tranquilla!"
    Lei: "allora hai litigato con l'italiano?"
    Io: " un po' … ma qui si tratta di salentino"
    Lei: "e cosa c'entra adesso il salento?"
    Io: "eh mia cara, mi sto facendo una cultura! Ora sto cercando di riprodurre una sfiziosissima ricetta che mi ha dato un'amica salentina, per l'appunto: i pummitori scattarisciati!"
    Lei: "ah, e come stanno venendo?"
    Io: "mah, non lo so, il mio lutampagnu non è trasparente!"
    Lei: "……………………... sai che oggi non capisco quando parli?"
    Io: "hahahahahahahaha, a dire il vero neppure io mi capisco!"

    Beh, che vi posso dire, i miei pummitori non hanno fatto esattamente il botto come i petardi, forse i pomodori del salento sono più esplosivi, o magari quelli che ho usato io erano caricati a salve!! Ad ogni modo penso si siano scattarisciati a dovere e comunque, benchè non abbia la minima idea di come siano gli originali, posso affermare che erano davvero deliziosi!! Un piatto veloce e gustoso … anche se ho usato i ciliegini pachino ché quelli gialli non li avevo.
    Molto buono, anche questa ricetta è promossa (sai che novità)!
    Ecco una cosa che adoro di questo condominio … che le ricette vengono sempre, nonostante le variazioni più o meno volontarie che ogni tanto apporto, e nonostante le mie scarse competenze.
    Brave ragazzuole, continuate così!!!

    RispondiElimina
  15. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina

Sono graditi tutti i commenti, anche quelli da Anonimo, purché firmati, come regola base di buona educazione.