lunedì 7 marzo 2016

Stelle panine, quando è festa è stella!


 Ve lo dico, parlerò pochissimo! Giuro! Sono così belli questi panini stellati che preferisco far parlare le immagini.

Quanto sono belle le tavole festose? Sarebbe bello poter apparecchiare con sentimento ogni giorno, ma vaglielo a dire al capo "scusa, io esco alle 9,00 ché devo apparecchiare, e per apparecchiare devo fare i panini, li apparecchio e poi me li mangio anche. E lo so anche ieri sono uscita alle 9,20, e sì, lo so che arrivo in ufficio alle 8,00 ma devo apparecchiare no?"
Appena li ho visti da Pat di Pan di Pane me ne sono innamorata! Panini buonissimi, che io ho fatto con una farina tipo 1 macinata a pietra profumata e di un bellissimo colore, e multifunzione! Prima di venire addentati, per accompagnare il pranzo o ripieni come antipasto, assolvono varie funzioni, che figata pazzesca!







RICETTA



Ingredienti

Per la biga:
  10 g di Pasta Madre (o li.co.li.) *
100 g di farina forte
  50 g di acqua.

Per l'impasto:
150 g di Biga
400 g di farina tipo 1 macinata a pietra (oppure quella che preferite)
  10 g di zucchero
220 g di latte vaccino (o di soia o semplicemente acqua)
  50 g di olio extravergine d'oliva delicato (o di arachide, soia, mais o burro a pomata)
  10 g di sale fino (meglio se integrale)
per decorare:  miglio soffiato o semi a piacere (sesamo, papavero, girasole, lino, ecc.) o spezie (per le stelle rosse ho usato pimenton affumicato, oppure paprika dolce o piccante)

Se si vuole utilizzare il lievito di birra metterne 1 g  nella biga e ancora 3 g nell'impasto (1/3 g più 1 g di quello secco).

Procedimento:

- Preparare la biga sciogliendo il lievito nell'acqua leggermente intiepidita ed unire la farina; lavorare l'impasto per non più di 3-4 minuti fino ad ottenere un impasto ancora grezzo, e dunque non perfettamente liscio e setoso.
- Formare una palla, fare un incisione a croce e porla in una terrina, coprire con pellicola o con uno strofinaccio bagnato e lasciar a riposare per tutta la notte o almeno 12/ 18 ore.

- Trascorsa la maturazione della biga, tagliuzzarla in una ciotola con il latte o l'acqua, aggiungere lo zucchero e gradualmente la farina, mescolando con un cucchiaio o una spatola incorporare tutto.
- Quando sarà ben omogeneo l'impasto aggiungere il burro a pomata (o l'olio ) ed il sale.
- Impastare a mano bene fin che l'impasto apparirà liscio, omogeneo e ben incordato.

<> Se si usa l'impastatrice, spezzettare la biga nella ciotola, aggiungere tutti gli ingredienti ed impastare fino ad incordatura <>

- Dare un giro di pieghe e mettere a riposare in un contenitore coperto fino al raddoppio di volume.
clicca sull'immagine per ingrandire

- Ribaltare sul piano di lavoro, abbassare lo spessore utilizzando un mattarello, fino a circa 1,5 cm, con degli stampini tagliapasta ritagliare i  panini. (Io ho utilizzato un set con varie misure di stelline e campane).
- Se si desidera arricchirli con i semini, spennellare con albume sbattuto o con acqua per inumidire l'impasto, versare i semi in un piatto e poggiarci sopra, premendo leggermente, la parte inumidita dei panini e poi rigirarli.

Oppure, per le stelle bucate al centro

- Abbassate lo spessore fino a circa 1 cm o poco meno.
- Con un bicchiere o un coppapasta, di diametro di 9 cm, ritagliare dei dischi (se si usa metà impasto, dovrebbero venirne 8).
clicca sull'immagine per ingrandire

- Se si vogliono decorare con i semini bagnare prima i dischi d'impasto con dell'acqua o albume sbattuto, appoggiarli su uno strato di semini (distribuiti su un piattino), premere leggermente per farli aderire bene.
- Con una spatola con la lama di 6 cm incidere fino in fondo 3 tagli incrociati al centro.
- Prendere ad una ad una le 6 punte che si sono formate e tirarle verso l'esterno a formare la stella.
- Oppure ripiegarle leggermente sopra l'impasto, senza estrarle totalmente, per avere un effetto decorativo differente.
- Ovviamente si possono lasciare lisci senza semi se si preferisce.

- Mettere i panini così ottenuti sulla piastra da forno rivestita con carta forno.
- Coprire con pellicola trasparente e far lievitare a 26-27°.
- Attendere che raggiungano il raddoppio di volume o poco più per cuocere.

Cottura:
- Riscaldare il forno a 160°, infornarli nella parte media del forno per 20 minuti circa. Dovranno prendere appena un po' di colore.
- Metterli a raffreddare su una gratella.

Una volta freddi possono essere imbottiti a piacimento o mangiati in accompagnamento (ma anche accompagnati).




DI PERTINENZA 


Come possiamo usare le nostre stelle panine?
Intanto, procuratevi dei gusci uova (ricordate le uova tenerine? In quel post spiego come svuotarle e pulirle), e delle candeline mignon. Uscite e raccogliete qualche fiore di campo. E poi... liberate la fantasia!


Portafiori


 Fermatovaglioli


Portacandele


Segnaposto


Natalizie


Imbottite


Stelline panine!


Tamara

 DIVAGAmente 

 ★    Las Estrellas    ★ ..


Las estrellas son copas sobre un mantel.
Alguisen que tira del mantel del cielo y las estrellas se quedan.

Respira ahora,
aspira el hondo perfume de las estrellas.

Le stelle sono dei calici su una tovaglia.
Qualcuno tira la tovaglia del cielo e i calici rimangono.
foto: Al Magnus

respira adesso,
aspira il profondo profumo delle stelle.









[frammento tratto da 
"Quaderno del suggeritore" Juan Andrés García Román]













Calici sulla tovaglia



 PANISSIMAMENTE


Con questa bellissime stelle apparecchio la tavola di  Panissimo#39, la raccolta di lievitati dolci e salati ideata da Sandra di Sono io, Sandra,  e Barbara, Bread & Companaticoquesto mese ospitata qui,  Un Condominio in cucina




Queste stelline partecipano anche al contest "PIATTI STELLARI " del blog “lastufaeconomica

contest banner

49 commenti:

  1. Sento già il profumino - Semplicemente meravigliose... le stelle, le apparecchiature, le foto e tu!
    Bascio grande dall'ovetto che diventerò :)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh mamma...l'ovetto che diventerai?? ma così mi fai morire! NON HAI FIRMATO! specchio specchio delle mie brame, chi è l'ovetto di queste trame???!!!
      ehm, in ogni caso, grazie per i complimenti :-*

      Elimina
  2. Aho, se io dovessi apparecchiare così bene dovrei prendermi come minimo un anno sabbbbbatico!!!! Altro che uscire alle 9:00!!!
    Belle foto, Tam. Io ammiro muto ogni tua cosa, lo sai sì? Poi ogni tanto commento! :)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahahahah ecco, dovresti uscire alle 9 dell'anno prima :))
      Ma tu commenti sempre, oltre ad ammirare! mica sono certa di meritare tutto ciò, però come ben sai, in questi casi preferisco rimanere nell'ignoranza e bearmi pei complimenti, tanto io appena mi oppongo tu contrapponi :) vabbè grazie ecco :)))))) comunque le stelline sono proprio buone eh, oltre che sabbatiche!

      Elimina
  3. Ciao Tamara, che meraviglia questa tavola é bellissima! Il pane poi...tutte quelle stelline sono stupende e sicuramente deliziose! Bravissima!!!
    Dolcissima settimana cara!
    Kiss, Laura<3<3<3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì davvero! Sai, pensavo che, dopo aver sostato sul set fotografico prima, e a pranzo e poi ancora a cena, si sarebbero seccate, ed invece l'olio nell'impasto ha fatto il suo dovere, rimaste morbide morbide! un bacio e grazie Laura!

      Elimina
  4. Anche questo mese???? Fantastico, sono strafelice! La tavola è uno spettacolo e le le stelline... che idea meravigliosa per la tavola di Pasqua, un segnaposto lievitato!! Troppo bello! (si capisce l'entusiasmo?) Complimenti Tam, veramente complimenti!!! Un bascione e buona settimana a tutto il condominio! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche questo mese sì, anche noi felici! davvero, ci sembra di aver aperto il salotto di casa e di ospitare tutti gli amici e gli amici degli amici e anche nuovi amici! bello :) e le stelline alle tue principesse piacerebbero un sacco! grazie cara un bacione grande a te!

      Elimina
  5. Che belle le stelle panine!E messe come portatovaglioli poi!le tavole festose sono veramente belle e sai che ti dico?Son belle anche per chi mangia da solo,per necessità o per scelta. Perchè apparecchiare la tavola in quella maniera è ringraziare il cibo.Rendergli onore.
    Tamara che te devo di?Bravaaaaa!
    Un bacio
    Monica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai proprio ragione, anche per chi mangia solo rendere "accogliere" il cibo con cura è una forma di riconoscenza.
      E io che te devo dì? grazie e un bacio a te Monica bella!

      Elimina
  6. Eh sì, queste stelle che fanno da protagoniste in tavola sono di un'allegria travolgente, e con i loro milleusi diventano pure irresistibili!
    Come non replicarle per la festosa tavola pasquale?
    E come non assaporarle imbottite con verdurine o affettati??
    Vabbè, hai capito che le rifaccio no??? :-DDDDDD

    Tam, queste foto mi tengono gli occhi appiccicati allo schermo!
    E tu sei la stella fra le stelle! ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah che poi non vi ho raccontato...che succede dopo un mese di sole infuocato che i contadini erano disperati per la siccità? devo fotografare le stelle dopo un mese che non pubblicavo gnente per il nostro condominio, e che succede? fulmini, saette, tuoni, pioggia e vento tutt'insieme! a casa non avevo un angolo di luce (e come ben sapete con la luce artificiale non so fotografare), il mio solito angolino in veranda impraticabile per le suddette sventure metereologiche, infine, mi infilo in un angolino sul pianerottolo del retro su giardino, che sembrava più riparato...
      la tovaglia svolazzava ogni 3 per due, le uova ballavano, le candele si spegnevano in continuazione, all'ennesima riaccensione di una di queste sui calici capovolti, prende fuoco la paglia! ho parolacciato in turco!
      per consolarmi, mi son fatte fuori 6 stelle, di cui una con pimenton piccante, e ho parolacciato in ostrogoto!
      eh, proprio una stella io eh? :))))))
      comunque, se le foto ti tengono gli occhi appiccicati allo schermo, è valsa la pena di parolacciare tanto (e senza manco l'alibi del t9!!)

      Elimina
    2. Tu mi fai morire dal ridere ... e poi mi si sveglia il pupo!!!

      Elimina
    3. ahahahahahhaah ...ops! sssshhhhhhhhh

      Elimina
  7. meravigliaaaaaaaaaa!!!! quello che riesci a fare con il pane....è al di sopra di ogni umana immaginazione !!! ma come fai???? questi panini sono irresistibili e poi...la tavola...UN SOGNO!!! complimenti mia cara!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahahaha Mimma, come spiegavo su alla mia socia, i retroscena sono meno aulici di ciò che appare :)))
      grazie cara, lo sai che mi fa un immenso piacere vederti!

      Elimina
  8. Sono buonissimi!!! Anche io li faccio spesso ^^

    RispondiElimina
  9. Che belle! Le aspettavamo! Soffici come nuvolette, ma forma di stellina. E poi con quel miglio soffiato!
    La tavola apparecchiata con cura tutti i giorni? Hai ragione, sarebbe bellissimo!
    Belle le stelle, bella la tavola, bello tutto! *_*
    Baciotto socia :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il miglio? mia figlia pensava fosse popcorn, le è piaciuto un sacco! e pure a me, ha ragione lei, sembrano popcorn mignon, mica li conoscevo i fiocchi di miglio! quante cose impariamo stando qui con tutte le nostre amiche eh? bello bello, come le stelle, la tavola e tutto! baci sociamia :-*

      Elimina
  10. Che belle Tamara!! LE avevo viste anche io da Pat e me ne innamorai, ma come tante cose poi non le ho mai fatte!! Hai ragione, sono stupende e rendono la tavola una meraviglia!! E che buone e soffici!!
    Un bacione cara a te e a tutte le ragazze del condominio, questo mese è davvero carichissimo ma spero di arrivare in tempo anche io!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì dai Silvia, tu non puoi mancare a panissimo, il mese precedente non ho avuto il coraggio di dirti niente, ma tu fai pani bellissimi, non puoi non lasciarne uno qui nel condominio, ti prego ti prego ti prego, vogliamo un tuo pane! ecco, stavolta ho preso coraggio :)))
      un bacione cara!
      ps. le tue foto del mare mi fanno morire...

      Elimina
  11. A bocca aperta!Ecco come sono rimasta quando ho visto come hai apparecchiato la tavola!!
    Sei mooooooooooolto ma moooooooooooooooooolto brava, siederei volentieri alla tua tavola per gustare e ammirare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sabrina, ecco, anche tu che fai tanti bellissimi lievitati, manchi nel condominio! sei braaaaavissima, ti aspettiamo!
      grazie cara :-*

      Elimina
  12. Ma sono meravigliose!!! Una tovaglia trapunta di stelle, fantastico! E quanta pazienza...
    Certe che in questa palazzina il pane prende certe forme che è un sogno :)
    Un bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tatiana, che dolce sei, grazie :-*

      Elimina
  13. belle voi! che donne le nostre donne!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eccola qui la capa! :)))))))))))
      :-*

      Elimina
  14. Chissà se si possono anche mangiare...!
    Visto che esci alle 9 per tornare a casa, a che ora mi presento per il pranzo? ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se si possono mangiare????? piuttosto, le devi nascondere, che si finiscono in un fiat! (ma pure in mercedes, nelle bmw e nelle skoda:))))
      e mi sa che ce la fai per mezzogiorno!

      Elimina
  15. Super! una bellissima idea per tutte le occasioni di festa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero Daria, anche per le feste di tutti i giorni!

      Elimina
  16. Che bella idea questi panini e quanti suggerimenti per la tavola di Pasqua. Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Antonella che bello vederti qui! grazie davvero!

      Elimina
  17. Allora chiariamo subito che state portando avanti una raccolta semplicemente meravigliosa! Questo post, seppure tutti gli altri erano davvero notevoli, dicevo questo post supera tutti gli altri. Queste stelle panine sono spettacolari. La segnaposto, la portacandela, la porta tovagliolo ... una più bella dell'altra. Una tavola stupenda, foto meravigliose ... niente, meglio che me ne vado, perchè non farei che ripetere gli stessi aggettivi all'infinito. BRA-VIS-SI-MA!! Punto ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noooooo dove vai, stai qui con noi!! Felice che siate contente della nostra accoglienza a panissimo, e felice ti piacciano tanto le stelline! Devo dire che a tavola fanno davvero la loro por... bellissima figura, e sono pure buone! Grazie tesoro :-*

      Elimina
  18. lastufaeconomica13 marzo 2016 20:15

    Non ho parole, sono semplici e allo stesso tempo meravigliose queste stelline, perfette per il mio contest, grazie per partecipare al mio contest, ne sono felice.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e io sono felice di aver trovato il tuo blog grazie al tuo contest :)
      ciao a presto!

      Elimina
  19. queste stelle sono bellissime, e le copierò per pasqua. probabilmente anche le uova tenerine. questo blog è una fucina. troppo bello!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wow Gaia! Intanto sono felice di leggerti nel condominio! Quanto alle stelline, sarei felicissima di vederle riprodotte glutin free, e pure le uova, è così importante il lavoro che fate voi ragazze celiache, proponendo tantissime ricette per chi ha problemi di intolleranza. E tu sei brava bravissima, ti leggo da tanto in giro!
      Grazie per i complimenti, le mie socie ed io stiamo facendo la ruota :))))
      Buona serata e grazie infinite anche per Panissimo, sono felice che tu voglia continuare a partecipare a questa bella raccolta!

      Elimina
  20. lastufaeconomica5 aprile 2016 16:17

    Gentile Condominio in cucina, leggete un po' qui.....
    https://lastufaeconomica.wordpress.com/2016/04/05/chiuso-contest-piatti-stellari/

    CONGRATULAZIONI, confermo quanto ho scritto prima, aspetto il vostro indirizzo, abbraccio e grazie ancora per aver partedcipato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. wow wow wow!! che bello!!!! grazie corro da te!!

      Elimina
    2. lastufaeconomica13 aprile 2016 00:32

      Ho spedito il regalo/sorpresa, spero sia gradito, fammi sapere, abbraccio a tutti

      Elimina
    3. Appena arriva corro da te! grazieeeeeeeeeeeeeee!!!!

      Elimina
    4. Ricevuto!!!!!!!!!!!!!!!!! grazie, simpaticissima l'idea della formina per le uova a forma di stella!!! e che bello in bigliettino, grazie davvero!

      Elimina
  21. lastufaeconomica17 aprile 2016 22:55

    grazie a te per aver partecipato con una ricetta strepitosa, felice che il mio pensiero ti sia piaciuto, a presto, abbraccio

    RispondiElimina
  22. Ma che meraviglia questo pane! Ecco quello che ho pensato appena l'ho visto, e mi sono detta: Cri, questo s'ha da fa!
    Così, per Pasquetta ho pensato bene di farlo … ma, se ben si adattava alla festa, poco si adattava alla scampagnata :-( non è che posso portarmi calici, fiori, candele e quant'altro, che fare allora?? Cambio ricetta? Giammai!! Cambio forma!
    E così, complice una foto trovata su pinterest, ho cambiato la forma del pane, che da tante splendide stelline, si è trasformata in due belle croci intrecciate, una con i semini e l'altra semplice. Ok, lo so, non è che le croci siano la forma canonica per le scampagnate, però mica si può sempre essere prevedibili, ogni tanto è bene stupire i propri familiari, e poi volevo provare a cimentarmi con quella bella forma, e quale occasione migliore di Pasquetta!! Già mentre le impastavo me le immaginavo campeggiare sulla tavolata e sul mio volto si allargava un sorriso beato e soddisfatto … poi però mi si è subito raggelato (il sorriso intendo) mentre mi immaginavo impegnata nel tentativo di formarle e già presagivo disastri inenarrabili: mi vedevo già avvolta nel pane come una preda tra le spire del boa, oppure alle prese con un impasto troppo molle e appiccicoso che mai avrebbe fatto ciò che volevo, o ancora, terza ed anche più probabile ipotesi, non sarei mai riuscita a fare l'intreccio e invece di una bella croce pasquale mi sarei ritrovata un obbrobrio più simile ad un cappio per la forca!
    Beh, sarà stata la fortuna della principiante, sarà stata una benedizione Pasquale, o magari, perché no, l'amore con il quale le ho intrecciate, questo pane è venuto una bellezza. Mi sono leggermente annodata al pane in una sorta di tango amoroso, ma infine ci siamo capiti e ognuno è riuscito a mantenere il proprio ruolo nella faccenda, lui nel forno e io fuori dal forno, grazie al cielo!
    Come dite? La forma è poco pratica per un picnic? Beh, forse sì, ma chissene, tanto pioveva e il picnic lo abbiamo fatto in sala da pranzo, comodamente seduti sulle sedie e con le gambe ben infilate sotto il tavolo!! Hahahahahahahaha

    Naturalmente millemila complimenti per le foto fantasmagoriche, per l'apparecchiatura stratosferica e grazie millanta volte per questa bella ricetta (l'ennesima!!), e la nuova veste (anche se non è esattamente farina del mio sacco) la dedico a te.

    RispondiElimina
  23. Ahahahahahahah Cri! Mi ti immagino, che ti avvolgi in amoroso tango col pane! Avviluppata nelle spire di una perfetta croce da picnic! Io intanto rischio di affogare nel cappio delle risa ahahahahahah!
    Scherzi a parte, le croci son perfette, bellissime e immagino buonissime!
    Quanto alla fortuna del principiante... il trucco è non rifare mai una seconda volta quello che ti è venuto alla perfezione la prima! :) difatti io faccio sempre cose nuove! tutti pensano che sia perché sono fantasiosa e invece... sssshhhhh!
    Grazie Cri, sei fantastica! Anche se preferisci stare dietro le quinte del Condominio, sappi che per noi l'attico è tuo per meriti del lavoro nella tua cucina! Nominata ufficialmente Cavaliera del Lavoro Condominiale!

    RispondiElimina
  24. Hahahahahaha, Cavaliera del Lavoro Condominiale, mi piace!!! E poi dicono che la cavalleria non esiste più, ora posso smentirli, eccomi quà, cavaliera (e pure cavalla và, che ho anche la coda)! ^_^
    Comunque, sulla questione del ripetere, hai proprio ragione ... ora finalmente ho capito perchè Paganini non ripeteva mai!! Hahahahaha

    RispondiElimina

Sono graditi tutti i commenti, anche quelli da Anonimo, purché firmati, come regola base di buona educazione.